Vino Montefalco Rosso Doc


La Doc Montefalco comprende vini rossi e bianchi
E' un vino tipico della regione Umbria, prodotto in provincia di Perugia. Il metodo di produzione del Montefalco prevede l'impiego di uve Sangiovese per il 60-70% e Sagrantino per il 10-15%, con l'aggiunta eventuale di altre uve per un massimo del 30%. Per il Montefalco Rosso è necessario un invecchiamento di 18 mesi, per il Rosso Riserva di 30 mesi. Quanto al Bianco, si ricorre al Grechetto per almeno il 50%, Trebbiano toscano per il 20-35% e possono eventualmente concorrere nella misura massima del 15% le uve di altri vitigni
Si produce nella zona di Montefalco, compresi Bevagna, Castel Ritaldi, Giano dell'Umbria e Gualdo Cattaneo. La base dell'uvaggio è il Sangiovese dal 65 al 75%. Piacevole vino da tutto pasto per la cucina regionale umbra, con minestre asciutte corpose, carni bianche anche in umido e salumi.
La tradizione vinicola di questa terra ha origini nel Medioevo grazie ai Benedettini che, con la loro opera, bonificarono queste terre impiantandovi alcuni dei più antichi e tipici vitigni umbri. Il Montefalco Doc viene prodotto, oltre che nel comune omonimo, anche in altri comuni vicini della provincia di Perugia (Bevagna, Gualdo Cattaneo, Castel Ritaldi e Giano dell'Umbria). Si fregiano di questa denominazione di origine sia un vino Rosso, anche Riserva, sia un Bianco.

Caratteristiche del vino Montefalco Rosso Doc

Denominazione: Doc
Tipologia di vino:
Colore: rosso rubino
Profumo: delicato, vinoso, di buona persistenza
Sapore: asciutto, corposo, vellutato
Uve utilizzate: Sangiovese, Trebbiano Toscano, Sagrantino e altri locali
Invecchiamento: -
Tenore alcolico: 11,5°
Temperatura di servizio: 18°C

Proprieta' organolettiche del vino Montefalco Rosso Doc

All'esame visivo il Montefalco Doc si presenta di colore rosso rubino tendente al granata; è un vino con profumo intenso e persistente, fruttato, floreale e fine; al gusto si presenta, secco, caldo, abbastanza morbido, giustamente tannico e robusto di corpo. Il Montefalco Bianco ha colore giallo paglierino, odore leggermente vinoso, fruttato e sapore secco, leggermente fruttato, caratteristico. La gradazione minima deve essere di 12% per il Rosso, 12,5% per il Riserva e di 11% per il Bianco

Zona di produzione del vino Montefalco Rosso Doc

Il Montefalco Doc viene prodotto in provincia di Perugia e in particolare nel comune omonimo.

Abbinamenti di cibo al vino Montefalco Rosso Doc

Il vino Montefalco Rosso Doc e' un vino rosso che si abbina bene con ed in particolare .
I rossi di questa Doc si accompagnano a preparazioni di carni sia suine che ovine in umido, carni rosse grigliate e brasate, selvaggina, pecorini stagionati piccanti. Viene servito, in calici a ballon, a 16-18°C e può essere consumato fino al sesto anno dalla vendemmia. Il Bianco è invece un vino da tutto pasto che viene servito in calice svasato, per permettere la concentrazione dei profumi e convogliare gli aromi ai lati della lingua, a 10-12°C.

Etichetta del vino Montefalco Rosso Doc

Ogni etichetta deve riportare la menzione della Denominazione di Origine Controllata accanto a tutte le altre indicazioni previste per legge, quali: Regione determinata da cui proviene il prodotto; Denominazione del prodotto costituita dall'abbinamento della varietà di vite da cui proviene il vino e dalla zona geografica in cui tale varietà è coltivata; Volume nominale del vino; Nome o ragione sociale e sede dell'imbottigliatore; Numero e codice imbottigliatore, che può apparire anche sul sistema di chiusura (tappo o capsula) Nome dello Stato; Indicazione del lotto; Indicazioni ecologiche.

Reperibilita' sul mercato del vino Montefalco Rosso Doc

Il vino Montefalco Rosso Doc si trova in commercio in ogni periodo dell'anno.

Leggi relative al vino Montefalco Rosso Doc

Riconoscimento della Doc 'Montefalco' con DPR del 30.10.79 modificato dal DM del 31.07.93, pubblicato nella GU del 13.08.93.

Commenti