Vino Terratico di Bibbona Doc


Vini bianchi, rossi, rosati e rosso superiore.
E' un vino tipico della regione Toscana, prodotto in provincia di Livorno. La DOC «Terratico di Bibbona», raccoglie le seguenti tipologie di vini: Bianco, Rosso, Rosato, Cabernet Sauvignon, Merlot, Rosso Superiore, Sangiovese, Syrah, Trebbiano e Vermentino. I vini suddetti devono essere ottenuti dalle uve dei seguenti vitignii: il ''Terratico di Bibbona'' bianco dal Vermentino minimo per il 50% a cui possono concorrere altri vitigni a bacca bianca, non aromatici, idonei alla coltivazione per la regione Toscana, da soli o congiuntamente fino ad un massimo del 50%. Nel rosso, rosso superiore e rosato concorrono il Sangiovese (minimo 35%), il Merlot (minimo 35%) e possono concorrere altri vitigni a bacca nera, non aromatici, da soli o congiuntamente fino ad un massimo del 30%.

Le origini di Bibbona sono antichissime: risalgono all'Età della pietra. Successivamente vi si installò il popolo etrusco, grande conoscitore dell'arte di fare vino. Nel VI secolo a.C. Bibbona diventò uno dei castelli più importanti della Maremma e verso il 1000 molte delle sue terre furono concesse ai conti Della Gherardesca, che già possedevano molti dei territori toscani. Poco più tardi Bibbona risultò essere un libero Comune sotto la Repubblica Pisana fino al 1406, anno in cui fu sottomesso al dominio di Firenze. Risalgono al 1490 i suoi originali statuti che regolavano la vita dei cittadini e che sono rimasti in vigore fino a fine del ?700, da cui si desume che la coltivazione dell'uva era radicata e molto diffusa grazie all'alta qualità dei vitigni. Bibbona visse un periodo molto fiorente fino al 1549, quando le terre, fino a quel momento appartenenti alla comunità, vennero cedute alla moglie di Cosimo I de?Medici ed i bibbonesi vennero obbligati a pagare il canone d?affitto allora chiamato per l'appunto ?terratico?, da cui il nome dell'attuale DOC. La resa delle coltivazioni aumentò a livello qualitativo verso la fine del 18° secolo, quando gran parte dei territori paludosi vennero bonificati grazie a Pietro Leopoldo II e ancor di più dal 1789 quando le terre furono restituite al Comune di Bibbona e poi rivendute ai proprietari più ricchi.

Caratteristiche del vino Terratico di Bibbona Doc

Denominazione: Doc
Tipologia di vino:
Colore:
Profumo:
Sapore:
Uve utilizzate:
Invecchiamento:
Tenore alcolico:
Temperatura di servizio:

Proprieta' organolettiche del vino Terratico di Bibbona Doc

«Terratico di Bibbona» bianco: colore giallo paglierino, odore fine e delicato, sapore secco e armonico, titolo alcolometrico volumico totale minimo di 11% volumi. «Terratico di Bibbona» rosato: colore rosato senza riflessi violacei; odore fine, delicato e fruttato; sapore secco e armonico delicato; il titolo alcolometrico volumico totale minimo di 11,50% volumi. «Terratico di Bibbona» rosso: colore rosso rubino, odore intensamente vinoso, sapore pieno e armonico, titolo alcolometrico volumico totale minimo è di 12,5% volumi. «Terratico di Bibbona» rosso superiore: colore rosso rubino intenso tendente al granato con l'invecchiamento, odore ampio vinoso, il sapore pieno, asciutto, caldo ed elegante, con eventuale sentore di legno, titolo alcolometrico volumico totale minimo 13% volumi. «Terratico di Bibbona» Trebbiano: colore giallo paglierino, odore delicato, sapore secco ed armonico, titolo alcolometrico volumico totale minimo di 11% volumi. «Terratico di Bibbona» Vermentino: colore giallo paglierino, odore delicato e fruttato, sapore secco ed armonico. titolo alcolometrico volumico totale minimo di 11,5% volumi. «Terratico di Bibbona» Cabernet sauvignon: colore che va dal rosso rubino al granato; odore intenso, caratteristico, speziato, sapore pieno e armonico, asciutto, titolo alcolometrico volumico totale minimo di 12,5% volumi. «Terratico di Bibbona» Merlot: colore rosso granato vivo talvolta con qualche riflesso violaceo, tendente al rosso mattone con l'invecchiamento, odore con sentore di piccoli frutti, intenso; il sapore secco e armonico e pieno; titolo alcolometrico volumico totale minimo di 12,5% volumi. ''Terratico di Bibbona'' Sangiovese: colore da rosso rubino, tendente al rosso aranciato con l'invecchiamento, odore vinoso, intenso ed elegante; sapore secco e armonico, titolo alcolometrico volumico totale minimo 12,5% volumi. «Terratico di Bibbona» Syrah: colore da rosso rubino a rosso granato, odore intenso, speziato con sentore di piccoli frutti; sapore secco, armonico, pieno, titolo alcolometrico volumico totale minimo di 12,5% volumi.

Zona di produzione del vino Terratico di Bibbona Doc

La zona di produzione dei vini a denominazione di origine controllata «Terratico di Bibbona» ricade nella provincia di Livorno e comprende i territori amministrativi dei comuni di Rosignano Marittimo, Cecina, Bibbona e Collesalvetti..

Abbinamenti di cibo al vino Terratico di Bibbona Doc

Il vino Terratico di Bibbona Doc e' un vino bianco che si abbina bene con ed in particolare .
Il rosso va servito in calici di media capacità circa 18° di temperatura. Si abbina bene a tutti i piatti di carne e primi con sughi ricchi.

Etichetta del vino Terratico di Bibbona Doc

Nella designazione dei vini a denominazione di origine controllata «Terratico di Bibbona» il nome del vitigno, ove previsto, deve figurare in etichetta in caratteri di dimensioni non superiori a quelli utilizzati per la denominazione di origine controllata. Alla dicitura «Terratico di Bibbona», e' vietata l'aggiunta di qualsiasi specificazione, ivi compresi gli aggettivi extra, fine, scelto, selezionato e similari. E' obbligatoria l'indicazione dell'annata in etichetta per tutte le tipologie di vino.

Reperibilita' sul mercato del vino Terratico di Bibbona Doc

Il vino Terratico di Bibbona Doc si trova in commercio in ogni periodo dell'anno.

Leggi relative al vino Terratico di Bibbona Doc

Disciplinare di produzione approvato con decreto Mipaf del 28 giugno 2006 e pubblicato sulla G.U. n. 163 del 15-7-2006.

Commenti