Vino Sant'Antimo Doc


La Doc Sant'Antimo viene prodotta nei tipi Rosso, Bianco Novello, Chardonnay, Sauvignon, Pinot grigio, Cabernet Sauvignon, Merlot e Pinot nero, Vin santo e Vin santo occhio di pernice (per questi ultimi due anche nella versione Riserva
E' un vino tipico della regione Toscana, prodotto in provincia di Siena. La tipologia Bianco si ottiene da uve di Ansonica per il 30-50%, Grecanico e/o Catarratto bianco lucido (50-70%) con l'eventuale aggiunta di quelle di altri vitigni a bacca bianca per un massimo del 15%. La versione Rosso si ottiene da uve di Nero d'Avola (20-50%), Sangiovese e/o Cabernet sauvignon (50-80%), a cui possono essere aggiunte quelle di altri vitigni a bacca rossa per un massimo del 15%. La Doc Santa Margherita di Belice seguita da una delle menzioni Ansonica, Catarratto, Grecanico, Nero d'Avola, Sangiovese, è riservata ai vini ottenuti per almeno l'85% dalle uve del corrispondente vitigno

La denominazione trae origine da uno dei monumenti simbolo di Montalcino in provincia di Siena, l'abbazia romanica di Sant'Antimo, ed è stata voluta dai produttori per valorizzare tutti quei vini di qualità che, pur non rientrando nelle denominazioni esistenti nella zona, hanno raggiunto negli ultimi anni un alto gradimento tra i consumatori. Viene prodotto nei tipi Rosso, Bianco novello, Chardonnay, Sauvignon, Pinot grigio, Cabernet Sauvignon, Merlot e Pinot nero, oltre alle tipologie Vin santo e Vin santo occhio di pernice. Le diverse specificazioni fanno sì che questa Doc possa abbinarsi praticamente a ogni tipo di cibo.

Caratteristiche del vino Sant'Antimo Doc

Denominazione: Doc
Tipologia di vino:
Colore:
Profumo:
Sapore:
Uve utilizzate:
Invecchiamento:
Tenore alcolico:
Temperatura di servizio:

Proprieta' organolettiche del vino Sant'Antimo Doc

Il Bianco ha colore giallo paglierino, odore delicato, gradevole e sapore asciutto, pieno, armonico; la gradazione minima è di 11,5 gradi. Il Rosso ha colore rosso rubino, tendente al granato con l'invecchiamento, odore vinoso, gradevole e sapore sapido, armonico, a volte austero; la gradazione minima è di 12 gradi. Il Sant'Antimo Vin santo e il Vin santo Riserva presentano colore da paglierino dorato fino all'ambrato intenso, odore etereo intenso, caratteristico e sapore armonico, vellutato, con più pronunciata rotondità per il tipo Amabile; la gradazione minima è di 16 gradi

Zona di produzione del vino Sant'Antimo Doc

L'intero territorio amministrativo del comune di San Gimignano, in provincia di Siena.

Abbinamenti di cibo al vino Sant'Antimo Doc

Il vino Sant'Antimo Doc e' un vino bianco che si abbina bene con ed in particolare .
Il Sant'Antimo Bianco si accompagna perfettamente al marzolino, alle minestre, all'acquacotta e ai piatti a base di pesce e si serve in calici svasati a 8-10°C. Con il Rosso (da bere in calici bordolesi a 16-18°C) è preferibile abbinare un buon Pecorino toscano stagionato, il salame, la salsiccia, la finocchiona, la carne rossa, il fagiano tartufato. Per il Novello si suggeriscono i crostini alla toscana, il lardo di Colonnata, il buristo, la caciotta toscana, la zuppa di lenticchie, i fagioli, il pollo, la trippa. Il bicchiere ideale è quello di media capacità svasato e la temperatura di servizio è di 13-14°C. Per il Vin santo, il Vin santo Riserva, il Vin santo occhio di pernice e il Vin santo occhio di pernice Riserva gli abbinamenti consistono nei biscottini di Prato, i brigidini, il buccellato, il castagnaccio, i ricciarelli e il panforte. Questi ultimi quattro vini vanno serviti in calici di media capacità a tulipano a 10-12°C.

Etichetta del vino Sant'Antimo Doc

Ogni etichetta deve riportare la menzione della Denominazione di Origine Controllata accanto a tutte le altre indicazioni previste per legge, quali: Regione determinata da cui proviene il prodotto; Denominazione del prodotto costituita dall'abbinamento della varietà di vite da cui proviene il vino e dalla zona geografica in cui tale varietà è coltivata; Volume nominale del vino; Nome o ragione sociale e sede dell'imbottigliatore; Numero e codice imbottigliatore, che può apparire anche sul sistema di chiusura (tappo o capsula) Nome dello Stato; Indicazione del lotto; Indicazioni ecologiche.

Reperibilita' sul mercato del vino Sant'Antimo Doc

Il vino Sant'Antimo Doc si trova in commercio in ogni periodo dell'anno.

Leggi relative al vino Sant'Antimo Doc

La Doc Sant'Antimo è stata riconosciuta con DPR 18.01.1996 modificato con Decreto 02.07.1996 pubblicato sulla GU del 13.07.1996

Commenti