Vino Orcia Doc


Questa Doc è disponibile nelle tipologie Bianco, Rosso, Novello e Vin santo.
E' un vino tipico della regione Toscana, prodotto in provincia di Siena. L'Orcia Bianco si ottiene con uve Trebbiano toscano (minimo 50%) ed eventualmente con altre varietà a bacca bianca, non aromatiche della zona (massimo 50%). L'Orcia Rosso si ottiene con uve Sangiovese (minimo 60%) con l'eventuale aggiunta di quelle di altri vitigni non aromatici della zona (massimo 40%, con una percentuale di vitigni a bacca bianca non superiore al 10%). L'Orcia Vin santo si ottiene, infine, da uve Trebbiano toscano e/o Malvasia bianca lunga (minimo 50%) a cui possono essere aggiunte quelle di altri vitigni a bacca bianca della zona in percentuale non superiore al 50%

La Doc Orcia comprende vini di grande qualità e piacevolezza prodotti in tredici comuni della provincia di Siena, situati sulle colline circostanti il corso del fiume Orcia. Sotto tale denominazione, con le uve caratteristiche di questa zona, in particolare Sangiovese e Trebbiano toscano, possono essere prodotti vini bianchi e rossi anche nelle tipologie Novello e Vin santo.

Caratteristiche del vino Orcia Doc

Denominazione: Doc
Tipologia di vino:
Colore:
Profumo:
Sapore:
Uve utilizzate:
Invecchiamento:
Tenore alcolico:
Temperatura di servizio:

Proprieta' organolettiche del vino Orcia Doc

L'Orcia Bianco presenta un colore giallo paglierino talvolta con riflessi verdognoli, un odore fine e fruttato e un sapore asciutto e armonico. La gradazione minima è di 11 gradi. L'Orcia Rosso presenta un colore rosso tendente al granato se invecchiato, un odore vinoso e fruttato e un sapore sapido e armonico. La gradazione minima è di 12 gradi. L'Orcia Vin santo presenta, infine, un colore che varia dal giallo paglierino al dorato, all'ambrato intenso. Il profumo è intenso, etereo, con aroma caratteristico e il sapore è armonico, morbido, pieno. La gradazione minima è di 16 gradi

Zona di produzione del vino Orcia Doc

L'area di produzione ricade nella provincia di Siena e comprende i terreni vocati alla qualità dei comuni di Castiglione d'Orcia, Pienza, Radicofani, S. Giovanni d'Asso, San Quirico d'Orcia, Buonconvento, Trequanda e parte del territorio dei comuni di Abbadia San Salvatore, Chianciano, Montalcino, Sarteano, San Casciano Bagni e Torrita di Siena.

Abbinamenti di cibo al vino Orcia Doc

Il vino Orcia Doc e' un vino bianco che si abbina bene con ed in particolare .
L'Orcia Bianco si accompagna bene a pietanze delicate come il marzolino, la panzanella, la minestra di riso, l'acquacotta e il minestrone. Si consiglia di servirlo in calici svasati a una temperatura di 8-10°C. L'Orcia Rosso va abbinato invece a secondi piatti a base di carni e legumi come il pollo, la trippa, il lardo di Colonnata, la zuppa di lenticchie, i fagioli. Va servito in calici bordolesi a una temperatura di 16-18 °C. La tipologia Vin santo è ideale a fine pasto assieme ai dolci tradizionali toscani e alla pasticceria secca come i biscottini di Prato, i brigidini, il buccellato, il castagnaccio e i ricciarelli. Va servito in piccoli calici ad una temperatura di 10-12°C.

Etichetta del vino Orcia Doc

Ogni etichetta deve riportare la menzione della Denominazione di Origine Controllata accanto a tutte le altre indicazioni previste per legge, quali: Regione determinata da cui proviene il prodotto; Denominazione del prodotto costituita dall'abbinamento della varietà di vite da cui proviene il vino e dalla zona geografica in cui tale varietà è coltivata; Volume nominale del vino; Nome o ragione sociale e sede dell'imbottigliatore; Numero e codice imbottigliatore, che può apparire anche sul sistema di chiusura (tappo o capsula) Nome dello Stato; Indicazione del lotto; Indicazioni ecologiche.

Reperibilita' sul mercato del vino Orcia Doc

Il vino Orcia Doc si trova in commercio in ogni periodo dell'anno.

Leggi relative al vino Orcia Doc

La Doc Orcia è stata riconosciuta con DM del 14.02.2000 pubblicato sulla GU del 02.03.2000

Commenti