Vino Chianti - Rufina Docg


Il Chianti Classico Docg è un vino rosso da pasto
E' un vino tipico della regione Toscana, prodotto in provincia di Firenze. Il Chianti Docg è ottenuto da uve Sangiovese in percentuale minima del 75% (ma anche fino al 100%), a cui si aggiungono Canaiolo nero (massimo 10%), Trebbiano toscano e/o Malvasia del Chianti (massimo 10%) e a altre uve a bacca rossa della zona.

Il Chianti è da sempre il vino toscano per antonomasia, un prodotto che ha reso famosa in tutto il mondo la sua regione di origine e che ancora oggi mantiene alto sui mercati internazionali il prestigio dell'enologia italiana. Il territorio del Chianti Classico, che si trova tra Firenze e Siena, è una zona dove l'agricoltura è l'attività predominante, un aspetto che ha reso unica questa terra. Inoltre l'attività dell'uomo ha ulteriormente migliorato la bellezza naturale del luogo. Per le caratteristiche climatiche, del suolo e dell'altitudine, la terra del Chianti Classico è particolarmente adatta alla produzione di vini pregiati. E il vanto di questa regione è proprio il vino Chianti Classico. La specificazione 'Classico' è riservata ai vini della zona di origine più antica, ai quali viene attribuita una regolamentazione autonoma, attraverso l'apposito disciplinare del 'Chianti Classico'.

Caratteristiche del vino Chianti - Rufina Docg

Denominazione: Docg
Tipologia di vino: Secco fermo
Colore:
Profumo:
Sapore:
Uve utilizzate: Sangiovese, Canaiolo Nero
Invecchiamento:
Tenore alcolico:
Temperatura di servizio:

Proprieta' organolettiche del vino Chianti - Rufina Docg

Il Chianti Classico presenta all'esame visivo un colore rubino vivace tendente al granato con l'invecchiamento; un odore intensamente vinoso, talvolta con profumo di mammola e con un più pronunciato carattere di finezza nella fase di invecchiamento. All'esame gustativo risulta armonico, asciutto, sapido, leggermente tannico, che si affina col tempo al morbido e vellutato, presentando vivezza e rotondità nel caso abbia subito il 'governo'. La gradazione minima è di 12 gradi

Zona di produzione del vino Chianti - Rufina Docg

L'area di produzione si estende per circa 70.000 ettari ed è compresa tra le due province di Firenze e di Siena, includendo interamente i comuni di Castellina in Chianti, Radda in Chianti, Gaiole in Chianti, Greve in Chianti e in parte quelli di San Casciano in Val di Pesa, Barberino Val d'Elsa, Tavarnelle Val di Pesa, Castelnuovo Berardenga e una piccola parte del comune di Poggibonsi.

Abbinamenti di cibo al vino Chianti - Rufina Docg

Il vino Chianti - Rufina Docg e' un vino rosso che si abbina bene con Primi asciutti ed in particolare Tortelli con sughi di carne.
Il Chianti Classico si abbina perfettamente a secondi piatti a base di carni fresche o trasformate come la porchetta allo spiedo, la trippa, la bistecca alla fiorentina, il lardo di Colonnata, il salame e la finocchiona di cinta senese. Inoltre si addice particolarmente al pecorino toscano semistagionato, ai crostini alla toscana, ai fagioli al fiasco. Va servito in calici ballon a una temperatura compresa tra i 18 e i 20°C.

Etichetta del vino Chianti - Rufina Docg

Ogni etichetta deve riportare la menzione della Denominazione di Origine Controllata e Garantita accanto a tutte le altre indicazioni previste per legge, quali: Regione determinata da cui proviene il prodotto; Denominazione del prodotto costituita dall'abbinamento della varietà di vite da cui proviene il vino e dalla zona geografica in cui tale varietà è coltivata; Volume nominale del vino; Nome o ragione sociale e sede dell'imbottigliatore; Numero e codice imbottigliatore, che può apparire anche sul sistema di chiusura (tappo o capsula) Nome dello Stato; Indicazione del lotto; Indicazioni ecologiche.

Reperibilita' sul mercato del vino Chianti - Rufina Docg

Il vino Chianti - Rufina Docg si trova in commercio in ogni periodo dell'anno.

Leggi relative al vino Chianti - Rufina Docg

La Docg Chianti Classico è stata riconosciuta con Decreto 05.08.1996 pubblicato sulla GU 18.09.1996 che ha modificato il DPR 02.07.1984 che aveva inizialmente riconosciuto solo la Docg Chianti nella cui zona di produzione era ricompresa anche l'area del Chianti Classico

Commenti