Vino Sciacca Doc


La Doc Sciacca è disponibile nelle versioni Bianco, Rosso, Rosso Riserva, Rosato, Inzolia, Chardonnay, Grecanico, Nero d'Avola, Sangiovese, Merlot, Cabernet sauvignon e Riserva Rayana, quest'ultima prodotta esclusivamente nell'omonima sottozona
E' un vino tipico della regione Sicilia, prodotto in provincia di Agrigento. La tipologia Bianco si ottiene da uve di Inzolia, Grecanico, Chardonnay, Catarratto, congiuntamente o disgiuntamente in una percentuale non inferiore al 70%. È prevista l'eventuale aggiunta di quelle di altri vitigni a bacca bianca non aromatici della zona. Le tipologie Rosso, Rosso riserva e Rosato si ottengono da uve Merlot, Cabernet sauvignon, Nero d'Avola e Sangiovese congiuntamente o disgiuntamente in una percentuale non inferiore al 70%. È prevista l'eventuale aggiunta di quelle di altri vitigni a bacca rossa non aromatici della zona. La Doc Sciacca seguita da una delle menzioni Inzolia, Chardonnay, Grecanico, Nero d'Avola, Sangiovese, Cabernet sauvignon e Merlot è riservata ai vini ottenuti per almeno l'85% dalle uve del corrispondente vitigno. Infine lo Sciacca Doc Riserva Rayana si produce con almeno l'80% di uve di Catarratto lucido e/o Inzolia, a cui si possono eventualmente aggiungere quelle di altre varietà a bacca bianca non aromatiche della zona

La denominazione di origine Sciacca è riservata a una grande varietà di vini da pasto bianchi, rossi e rosati prodotti nell'intero territorio di Sciacca (da cui il nome) e di Caltabbellota, in provincia di Agrigento, ottenuti attraverso una sapiente combinazione di uve di vitigni autoctoni, come Inzolia, Catarratto, Grecanico e Nero d'Avola e quelle di vitigni 'internazionali' come Chardonnay, Cabernet Sauvignon, Merlot, Sangiovese

Caratteristiche del vino Sciacca Doc

Denominazione: Doc
Tipologia di vino:
Colore:
Profumo:
Sapore:
Uve utilizzate:
Invecchiamento:
Tenore alcolico:
Temperatura di servizio:

Proprieta' organolettiche del vino Sciacca Doc

Lo Sciacca Doc Bianco presenta un colore paglierino con riflessi verdognoli, un profumo delicato, fine, fragrante e un sapore secco, armonico, vivace. La gradazione minima è di 10,5 gradi. La tipologia Rosso si presenta, invece, con un colore rosso rubino, un profumo vinoso, asciutto e con un sapore leggermente tannico. La gradazione minima è di 11,5 gradi. La versione Rosso Riserva presenta invece un colore rosso rubino tendente al granato, un odore caratteristico e un sapore corposo e vellutato. La gradazione minima è di 12,5 gradi. La tipologia Rosato ha colore rosato più o meno intenso, un odore delicato, fine e fragrante e un sapore armonico e vivace. La gradazione minima è di 10,5 gradi

Zona di produzione del vino Sciacca Doc

L'area di produzione interessa il territorio amministrativo dei comuni di Sciacca e Caltabellotta, in provincia di Agrigento.

Abbinamenti di cibo al vino Sciacca Doc

Il vino Sciacca Doc e' un vino bianco che si abbina bene con ed in particolare .
Le diverse tipologie di bianco di questa Doc si accompagnano bene ad antipasti di mare, pesce alla griglia e pasta con le sarde. Vanno degustati in calici di media capacità a tulipano svasati a 8-10°C. I rossi si addicono a piatti abbastanza strutturati, tra i quali si segnalano in particolare le braciole di vitello, il polpettone siciliano e i formaggi tipici siciliani come il Ragusano e il Pecorino semi stagionato. Si consiglia di servirli in calici bordolesi o ballon se più invecchiati a una temperatura compresa tra i 18 e i 20°C. Lo Sciacca Doc Rosato va degustato, invece, in calici ampi a tulipano di media capacità a 12-14°C, in abbinamento con antipasti, zuppe di pesce e frittate. Infine il Riserva Rayana si sposa a perfezione con il pesce spada, il tonno e la pasta alla Norma.

Etichetta del vino Sciacca Doc

Ogni etichetta deve riportare la menzione della Denominazione di Origine Controllata accanto a tutte le altre indicazioni previste per legge, quali: Regione determinata da cui proviene il prodotto; Denominazione del prodotto costituita dall'abbinamento della varietà di vite da cui proviene il vino e dalla zona geografica in cui tale varietà è coltivata; Volume nominale del vino; Nome o ragione sociale e sede dell'imbottigliatore; Numero e codice imbottigliatore, che può apparire anche sul sistema di chiusura (tappo o capsula) Nome dello Stato; Indicazione del lotto; Indicazioni ecologiche.

Reperibilita' sul mercato del vino Sciacca Doc

Il vino Sciacca Doc si trova in commercio in ogni periodo dell'anno.

Leggi relative al vino Sciacca Doc

La Doc Sciacca è stata riconosciuta con DM 05.06.1998 pubblicato sulla GU del 02.07.1998

Commenti