Vino Etna Bianco Doc


La Doc Etna è disponibile nelle versioni Bianco, Bianco Superiore, Rosso e Rosato.
E' un vino tipico della regione Sicilia, prodotto in provincia di Catania. L'Etna Doc Bianco è ottenuto con le uve Carricante in percentuale non inferiore al 60%, con quelle di Catarratto bianco comune e/o lucido per un massimo del 40%, con l'eventuale aggiunta di quelle di Trebbiano e Minella bianca. La versione Bianco superiore si produce con uve Carricante per almeno l'80%, Cataratto bianco comune o lucido fino al 20%. Possono concorrere anche le uve Trebbiano, Minnella bianca e altri vitigni non aromatici a frutto bianco. Il Rosso e il Rosato sono ottenuti per almeno l'80% con uve di Nerello Mascalese, con quelle Nerello Mantellato in percentuale non superiore al 20% con l'eventuale aggiunta di altri vitigni a bacca bianca delle zona, non aromatici per un massimo del 15%
Vitigni: Catarratto bianco e comune La zona di produzione comprende: Biancavilla, S.Maria di Licodia, Paternò, Belpasso, Nicolosi, Giarre, Pedara, Trecastagni, Viagrande, Aci S.Antonio, Acireale, Mascali, Zafferana Etna, S: Venerina, Milo, S.Alfio, Piedimonte Etneo, Linguaglossa, Castiglione di Sicilia e Randazzo. L'uva Carricante deve essere presente per un minimo del 60%; la Catarratto bianco comune e lucido fino al 40%; possono concorrere anche Trebbiano e Minella bianca fino al 15% in tutto. Eccellente aperitivo, è idoneo agli antipasti anche di salumi; alle minestre asciutte, ai piatti di pesce; il superiore anche alle carni bianche arrostite o lessate.
I preziosi vigneti dell'Etna crescono su terreni desertici e sabbiosi, ma sono capaci di produrre grappoli più turgidi e sapori più ricchi di sfumature e tonalità. Ciò era noto evidentemente anche alle civiltà del passato, viste le origini antichissime della viticoltura della zona. Ne abbiamo notizia dal poeta Teocrito nel III secolo a.C. e ulteriore conferma da alcune monete del V secolo a.C. giunte fino a noi. Il vino dell'Etna, nelle sue tipologie Rosso, Rosato, Bianco e Bianco superiore, è stato, inoltre, il primo vino siciliano da tavola a ottenere il riconoscimento della denominazione di origine.

Caratteristiche del vino Etna Bianco Doc

Denominazione: Doc
Tipologia di vino: Secco fermo
Colore: giallo paglierino dorato
Profumo: vinoso, armonico, persistente
Sapore: secco, fresco, armonico e scorrevole
Uve utilizzate: Carricante, Catarratto Bianco Comune, Catarratto Lucido
Invecchiamento: -
Tenore alcolico: 11,5° 12,5° il superiore
Temperatura di servizio: 8 - 12°C

Proprieta' organolettiche del vino Etna Bianco Doc

L'Etna Doc Bianco evidenzia all'esame visivo un colore giallo paglierino talvolta con leggeri riflessi dorati. Si caratterizza per un profumo delicato di Carricante e un sapore secco, fresco e armonico. La gradazione minima è di 11,5 gradi. Il Rosso e il Rosato hanno rispettivamente un colore rosso rubino che con l'invecchiamento presenta leggeri riflessi di granato o rosato. L'odore è vinoso con profumo intenso, caratteristico, e il sapore è secco, caldo, robusto, pieno, armonico. La gradazione minima è di 12,5 gradi

Zona di produzione del vino Etna Bianco Doc

L'area di produzione interessa parte del territorio dei comuni di Aci, Sant'Antonio, Acireale, Belpasso, Biancavilla, Castiglione di Sicilia, Giarre, Linguaglossa, Mascali, Milo, Nicolosi, Paternò, Pedare, Piedimonte Etneo, Randazzo, Sant'Alfio, Santa Maria di Licodia, Santa Venerina, Trecastagni, Viagrande e Zafferana Etnea, sulle pendici dell'Etna, in provincia di Catania..

Abbinamenti di cibo al vino Etna Bianco Doc

Il vino Etna Bianco Doc e' un vino bianco che si abbina bene con Secondi di pesce ed in particolare Pesci di mare fritti.
L'Etna Doc Bianco si accompagna ad antipasti di mare, involtini di melanzane, cozze, pasta con le sarde, grigliate di pesce e va servito in calici di media capacità a tulipano svasati a una temperatura di 8-10°C. Le tipologie Rosso e Rosato si abbinano bene con primi piatti, secondi di carne, grigliate e formaggi tipici siciliani quali il Ragusano e il Pecorino Siciliano. Si consiglia di servire il primo in calici bordolesi e il secondo in calici di media capacità a tulipano ampi a una temperatura di rispettivamente di 16-18°C e 13-14°C.

Etichetta del vino Etna Bianco Doc

Ogni etichetta deve riportare la menzione della Denominazione di Origine Controllata accanto a tutte le altre indicazioni previste per legge, quali: Regione determinata da cui proviene il prodotto; Denominazione del prodotto costituita dall'abbinamento della varietà di vite da cui proviene il vino e dalla zona geografica in cui tale varietà è coltivata; Volume nominale del vino; Nome o ragione sociale e sede dell'imbottigliatore; Numero e codice imbottigliatore, che può apparire anche sul sistema di chiusura (tappo o capsula) Nome dello Stato; Indicazione del lotto; Indicazioni ecologiche.

Reperibilita' sul mercato del vino Etna Bianco Doc

Il vino Etna Bianco Doc si trova in commercio in ogni periodo dell'anno.

Leggi relative al vino Etna Bianco Doc

La Doc Etna è stata riconosciuta con DPR dell'11.08.1968 pubblicato sulla GU del 25.09.1968.

Commenti