Vino Contessa Entellina Doc


La Doc Contessa Entellina è disponibile nelle versioni Bianco, Rosso, Rosso Riserva, Rosato, Ansonica, Sauvignon, Cabernet Sauvignon, Chardonnay, Grecanico, Merlot, Pinot nero e Vendemmia tardiva.
E' un vino tipico della regione Sicilia, prodotto in provincia di Palermo. Il Contessa Entellina Bianco si ottiene da uve Ansonica in percentuale minima del 50%, la restante percentuale deve essere rappresentata, congiuntamente o disgiuntamente, dai vitigni Catarratto bianco lucido, Grecanico dorato, Chardonnay, Muller Thürgau, Sauvignon, Pinot bianco e Grillo; il Rosso e Rosato si ottengono per almeno il 50% da uve Calabrese e/o Syrah, la restante percentuale deve essere rappresentata, congiuntamente o disgiuntamente, da vitigni, presenti nell'ambito aziendale, a bacca nera non aromatici, autorizzati della provincia di Palermo; la denominazione di origine controllata Contessa Entellina con la menzione Chardonnay, Grecanico, Sauvignon, Ansonica, Cabernet sauvignon, Pinot nero e Merlot è riservata ai vini ottenuti da uve provenienti dal corrispondente vitigno per almeno l'85%

Il Contessa Entellina Doc prende il nome dal comune di Contessa Entellina che è anche la zona esclusiva di produzione di questa Doc. Su questo territorio sorgeva la città di Entella (Anthilia) che, con Erice e Segesta, fu fondata tra il VI e il V secolo a.C. dagli Elimi, antica popolazione le cui origini sono tuttora avvolte nel mistero. Certo è invece il legame tra questa civiltà e l'arte della vinificazione, come documentano numerose testimonianze tra le quali monete riproducenti grappoli d'uva e fonti latine che attestano una produzione vinicola molto apprezzata nell'antichità. Questa Doc è prodotta nelle tipologie Bianco, Rosso, Rosato, Ansonica, Cabernet Sauvignon, Chardonnay, Grecanico, Merlot, Pinot nero, Sauvignon, Rosso Riserva, Vendemmia tardiva.

Caratteristiche del vino Contessa Entellina Doc

Denominazione: Doc
Tipologia di vino:
Colore:
Profumo:
Sapore:
Uve utilizzate:
Invecchiamento:
Tenore alcolico:
Temperatura di servizio:

Proprieta' organolettiche del vino Contessa Entellina Doc

Il Contessa Entellina Bianco all'esame visivo si presenta di colore giallo paglierino più o meno intenso talvolta con riflessi verdolini. Ha profumo delicato, fruttato, caratteristico e sapore secco, vivace e fresco. La gradazione alcolica minima è di 11 gradi. Il Contessa Entellina Rosso presenta un colore rosso rubino talvolta con riflessi granato, specie se invecchiato. Il suo profumo è intenso, vinoso, caratteristico e il sapore risulta asciutto e vellutato. La gradazione minima è di 11,5 gradi. Il Contessa Entellina Rosato presenta invece un colore rosato talvolta con riflessi aranciati e un profumo fine, caratteristico, intenso. All'esame gustativo si presenta asciutto, fragrante, vellutato e la gradazione minima è di 11 gradi

Zona di produzione del vino Contessa Entellina Doc

Si produce esclusivamente nel comune di Contessa Entellina, in provincia di Palermo..

Abbinamenti di cibo al vino Contessa Entellina Doc

Il vino Contessa Entellina Doc e' un vino bianco che si abbina bene con ed in particolare .
Il Contessa Entellina Doc Bianco e i monovarietali bianchi si abbinano ad antipasti, primi e secondi a base di pesce e alle uova cucinate in vari modi; vanno serviti a una temperatura tra gli 8 e i 12 °C in calici svasati per vini bianchi giovani. La versione Rosso e i monovarietali rossi vanno degustati assieme a primi piatti abbastanza strutturati, come la pasta al forno, o con preparazioni a base di carne, grigliate, salumi e formaggi. La temperatura ottimale per la somministrazione è di 16-18 °C e il calice adatto è il bordolese o il ballon a seconda dell'invecchiamento. La versione Rosato, infine, si accompagna bene con salumi, primi e, secondi di carne, verdure e formaggi freschi e va servito in calici ampi a una temperatura di 12-14 °C.

Etichetta del vino Contessa Entellina Doc

Ogni etichetta deve riportare la menzione della Denominazione di Origine Controllata accanto a tutte le altre indicazioni previste per legge, quali: Regione determinata da cui proviene il prodotto; Denominazione del prodotto costituita dall'abbinamento della varietà di vite da cui proviene il vino e dalla zona geografica in cui tale varietà è coltivata; Volume nominale del vino; Nome o ragione sociale e sede dell'imbottigliatore; Numero e codice imbottigliatore, che può apparire anche sul sistema di chiusura (tappo o capsula) Nome dello Stato; Indicazione del lotto; Indicazioni ecologiche.

Reperibilita' sul mercato del vino Contessa Entellina Doc

Il vino Contessa Entellina Doc si trova in commercio in ogni periodo dell'anno.

Leggi relative al vino Contessa Entellina Doc

La Doc Contessa Entellina è stata riconosciuta con il DM del 02.08.1993 successivamente modificato dal decreto del 19.08.1996 pubblicato sulla GU del 27.08.1996 che ha sostituito per intero il disciplinare di produzione

Commenti