Vino Monica di Cagliari Doc


Il Monica di Cagliari Doc è un vino da pasto e da fine pasto prodotto nelle versioni Dolce naturale, Secco, Liquoroso dolce naturale e Liquoroso secco
E' un vino tipico della regione Sardegna, prodotto in provincia di Cagliari, Oristano. Si ottiene con uve di vitigno Monica per un minimo del 95%
Si produce nel territorio vitato del Cagliaritano con uva Monica vinificata in purezza. Il vitigno è di origine spagnola o portoghese. Il tipo secco può essere abbinato a piatti della cucina regionale a base di carni.
La Doc Monica di Cagliari prende il nome dal vitigno con cui viene prodotto. Diverse sono le ipotesi sull'origine di questa vite che si basano sull'etimologia del suo nome. Monica, infatti, è una rivisitazione del termine 'Morillo', ancora in uso in alcune località dell'entroterra sardo e riconducibile, secondo alcuni, alla denominazione che il vitigno aveva durante l'invasione dei Mori. La tesi più fondata, però, vuole il vitigno di provenienza spagnola. Il Monica di Cagliari Doc viene prodotto nelle versioni Dolce naturale, Secco, Liquoroso dolce naturale e Liquoroso secco.

Caratteristiche del vino Monica di Cagliari Doc

Denominazione: Doc
Tipologia di vino: Secco fermo
Colore: rosso rubino più o meno accentuato
Profumo: aromatico, caratteristico
Sapore: dal secco all'amabile
Uve utilizzate: Monica
Invecchiamento: 8 mesi
Tenore alcolico: 14,5°
Temperatura di servizio: 16 - 18°C

Proprieta' organolettiche del vino Monica di Cagliari Doc

All'esame visivo il Monica di Cagliari Dolce naturale si presenta di colore rosso rubino tenue, tendente all'arancione con l'invecchiamento. Ha odore etereo, intenso ma delicato, sapore gradevole, morbido e vellutato. La gradazione minima è di 14,5 gradi. Il Monica di Cagliari Doc Liquoroso secco ha le stesse caratteristiche del Dolce naturale, da cui si distingue per una maggiore finezza nell'odore e nel sapore e un più spiccato aroma. La gradazione minima è di 17,5 gradi

Zona di produzione del vino Monica di Cagliari Doc

Comprende, nella vasta area delle province di Cagliari e Oristano, i comuni di Abbasanta, Aidomaggiore, Albagiara, Ales, Allai, Arborea, Ardauli, Assolo, Asuni, Baradili, Baratili San Pietro, Baressa, Bauladu, Bidonì, Bonarcado, Boroneddu, Busachi, Cabras, Fordongianus, Ghilarza, Gonnoscodina, Gonnosnò, Gonnostramatza, Marrubiu, Masullas, Milis, Mogorella, Mogoro, Morgongiori, Narbolia, Neoneli, Norbello, Nughedu Santa Vittoria, Nurachi, Nureci, Ollastra Simaxis, Oristano, Palmas Arborea, Pau, Paulilatino, Pompu, Riola Sardo, Ruinas, Samugheo, San Nicolò d'Arcidano, Santa Giusta, Santu Lussurgiu, San Vero Milis, Sedilo, Seneghe, Senis, Sennariolo, Siamaggiore, Siamanna, Siapiccia, Simala, Simaxis, Sini, Siris, Solarussa, Sorradile, Tadasuni, Terralba, Ulà Tirso, Ursa, Usellus, Villanova Truschedu, Villa Sant'Antonio, Villaurbana, Villa Verde, Zeddiani e Zerfaliu.

Abbinamenti di cibo al vino Monica di Cagliari Doc

Il vino Monica di Cagliari Doc e' un vino rosso che si abbina bene con Vino da conversazione ed in particolare Vino da conversazione.
Il Monica di Cagliari Doc, nelle versioni Dolce naturale e Secco, va abbinato ad antipasti di salumi, pastasciutte con ragù di carne, carni arrosto, formaggi pecorini giovani e ricotta fritta. Se ne consiglia la degustazione in calici per vini rossi giovani, a una temperatura di 16-18°C, entro due anni dalla vendemmia. Nella versione Liquoroso dolce naturale va degustato invece con pasticceria secca e torte con creme e liquori, in calici di piccola capacità a tulipano, a una temperatura di 12-14°C.

Etichetta del vino Monica di Cagliari Doc

Ogni etichetta deve riportare la menzione della Denominazione di Origine Controllata accanto a tutte le altre indicazioni previste per legge, quali: Regione determinata da cui proviene il prodotto; Denominazione del prodotto costituita dall'abbinamento della varietà di vite da cui proviene il vino e dalla zona geografica in cui tale varietà è coltivata; Volume nominale del vino; Nome o ragione sociale e sede dell'imbottigliatore; Numero e codice imbottigliatore, che può apparire anche sul sistema di chiusura (tappo o capsula) Nome dello Stato; Indicazione del lotto; Indicazioni ecologiche.

Reperibilita' sul mercato del vino Monica di Cagliari Doc

Il vino Monica di Cagliari Doc si trova in commercio in ogni periodo dell'anno.

Leggi relative al vino Monica di Cagliari Doc

Il riconoscimento della Doc Monica di Cagliari è avvenuto con DPR del 21.06.1972, successivamente sostituito dal DPR del 18.04.1979, pubblicato sulla GU n. 274 del 6.10.1979

Commenti