Vino Rosso di Cerignola Doc


Il Rosso di Cerignola Doc è un vino da pasto rosso, prodotto anche nella versione Riserva
E' un vino tipico della regione Puglia, prodotto in provincia di Foggia. Il metodo di produzione del Rosso di Cerignola Doc prevede l'uso dei vitigni Uva di Troia (minimo 55%), Negroamaro (15-30%) e Sangiovese, Barbera, Montepulciano, Malbech e Trebbiano toscano, da sole o congiuntamente, fino a un massimo del 15%. La gradazione alcolica minima è di 12 gradi per il Rosso e di 13 gradi per il Riserva
Vitigni: Uva di Troia, Negroamaro Invecchiamento: 2 anni il riserva La zona di produzione comprende per intero Cerignola, Stornara e Stornarella e interessa, in parte, Ascoli Satriano. L'Uva di Troia deve essere presente per un minimo del 55%; Negroamaro dal 15 al 30%; latre uve locali sino al 15%. E' un apprezzabile vino da tutto pasto; predilige le carni bianche e rosse anche abbondantemente salsate, i salumi piccanti, formaggi a pasta dura.
Il Doc Rosso di Cerignola deriva il suo nome dall'omonimo centro della provincia di Foggia, situato nella parte più settentrionale della Puglia, l'antica Daunia. Le leggende del posto si intrecciano con quelle dell'epos omerico: si racconta che in questa zona Diomede, fondatore delle città di Canosa e Siponto, venne ucciso per mano del re Dauno. Il Rosso di Cerignola esiste anche nella versione Riserva.

Caratteristiche del vino Rosso di Cerignola Doc

Denominazione: Doc
Tipologia di vino: Secco fermo
Colore: rosso rubino più o meno intenso
Profumo: vinoso, etereo, gradevole
Sapore: asciutto, sapido di buon corpo
Uve utilizzate: Uva di Troia, Negroamaro
Invecchiamento: -
Tenore alcolico: 12° 13° il riserva
Temperatura di servizio: 18°C

Proprieta' organolettiche del vino Rosso di Cerignola Doc

All'esame visivo il Rosso di Cerignola Doc si presenta di colore rosso rubino piuttosto intenso tendente al mattone con l'invecchiamento. Presenta un profumo abbastanza intenso e persistente, vinoso e fruttato; al gusto è secco, caldo, abbastanza morbido, giustamente tannico, sapido e di corpo.

Zona di produzione del vino Rosso di Cerignola Doc

Il Rosso di Cerignola Doc viene prodotto nel territorio dei comuni di Cerignola, Stornara e Stornarella in provincia di Foggia.

Abbinamenti di cibo al vino Rosso di Cerignola Doc

Il vino Rosso di Cerignola Doc e' un vino rosso che si abbina bene con Secondi di carne ovina e caprina ed in particolare Agnello al forno.
Il Rosso di Cerignola Doc si associa sia a preparazioni piuttosto strutturate, come agnello, salsicce, carni in umido e brasate, sia a pecorini mediamente stagionati. Va degustato in calici per vini di gran corpo a una temperatura di 16-18°C, entro tre anni dalla vendemmia.

Etichetta del vino Rosso di Cerignola Doc

Ogni etichetta deve riportare la menzione della Denominazione di Origine Controllata accanto a tutte le altre indicazioni previste per legge, quali: Regione determinata da cui proviene il prodotto; Denominazione del prodotto costituita dall'abbinamento della varietà di vite da cui proviene il vino e dalla zona geografica in cui tale varietà è coltivata; Volume nominale del vino; Nome o ragione sociale e sede dell'imbottigliatore; Numero e codice imbottigliatore, che può apparire anche sul sistema di chiusura (tappo o capsula) Nome dello Stato; Indicazione del lotto; Indicazioni ecologiche.

Reperibilita' sul mercato del vino Rosso di Cerignola Doc

Il vino Rosso di Cerignola Doc si trova in commercio in ogni periodo dell'anno.

Leggi relative al vino Rosso di Cerignola Doc

La Doc Rosso di Cerignola è stata riconosciuta con DPR del 26.06.74, pubblicato sulla GU del 31.10.74

Commenti