Vino Rosso Barletta Doc


Il Rosso Barletta Doc è un ottimo vino da pasto rosso; è prodotto anche nella versione Invecchiato
E' un vino tipico della regione Puglia, prodotto in provincia di Barletta-Andria-Trani, Foggia. Si ottiene da uve di vitigni Uva di Troia e Sangiovese, Montepulciano e Malbech fino a un massimo del 30%. La gradazione alcolica minima è di 12 gradi sia per il Rosso che per la tipologia Invecchiato
Invecchiamento: 2 anni il tipo invecchiato La zona di produzione si estende da Barletta a San Ferdinando in Puglia e Trinitapoli, interessando anche Andria e Trani. L'Uva Troia deve essere impiegataper un minimo del 70%. Possono concorrere per il 30% Montepulciano, Sangiovese e Malbeck, quest'ultima non più del 10%. Si può bere giovane, tuttavia guadagna con l'invecchiamento e diventa ottimo accompagnatore di carni pregiate, anche brasate o in salmà¬.
Questa Doc prende il nome dall'omonima cittadina in provincia di Bari, di cui i libri di storia riportano la famosa disfida che vide protagonisti, nel XVI secolo, tredici cavalieri italiani e tredici francesi. Si narra che lo scontro sia stato provocato da Monsignor de la Motta, il quale, avendo bevuto dell'ottimo vino in un'osteria di Barletta, non era riuscito a trattenere invettive e insulti contro l'Italia e i suoi cavalieri. In memoria dell'evento storico, nel centro medievale di Barletta, è stata ricostruita la 'cantina della disfida'.

Caratteristiche del vino Rosso Barletta Doc

Denominazione: Doc
Tipologia di vino: Secco fermo
Colore: rubino tendente al granato
Profumo: vinoso, caratteristico, persistente
Sapore: asciutto, armonico, corpo sostenuto
Uve utilizzate: Uva di Troia
Invecchiamento: -
Tenore alcolico: 12°
Temperatura di servizio: 18°C

Proprieta' organolettiche del vino Rosso Barletta Doc

All'esame visivo il Rosso Barletta Doc si presenta di colore rosso che va dal rubino al granato, con riflessi arancioni se invecchiato; l'odore è intenso e abbastanza persistente, vinoso e fruttato; all'esame gustativo risulta secco, caldo, abbastanza morbido, poco fresco, abbastanza tannico, abbastanza sapido e di corpo

Zona di produzione del vino Rosso Barletta Doc

Comprende l'intero comune di Barletta e parte di quello di Andria e Trani nonché, in provincia di Foggia, i comuni di S. Ferdinando di Puglia e Trinitapoli..

Abbinamenti di cibo al vino Rosso Barletta Doc

Il vino Rosso Barletta Doc e' un vino rosso che si abbina bene con Secondi di carne ovina e caprina ed in particolare Capretto alla griglia.
Il Rosso Barletta Doc va consumato con piatti piuttosto strutturati a base di carni suine e rosse, cacciagione e formaggi pecorini stagionati, salumi contadini, agnello al forno e in umido, pollo e coniglio alla cacciatora. Va servito a una temperatura di 16-18°C in calici per vini rossi di corpo e consumato entro due-cinque anni dalla vendemmia e anche più, nel caso dell'Invecchiato.

Etichetta del vino Rosso Barletta Doc

Ogni etichetta deve riportare la menzione della Denominazione di Origine Controllata accanto a tutte le altre indicazioni previste per legge, quali: Regione determinata da cui proviene il prodotto; Denominazione del prodotto costituita dall'abbinamento della varietà di vite da cui proviene il vino e dalla zona geografica in cui tale varietà è coltivata; Volume nominale del vino; Nome o ragione sociale e sede dell'imbottigliatore; Numero e codice imbottigliatore, che può apparire anche sul sistema di chiusura (tappo o capsula) Nome dello Stato; Indicazione del lotto; Indicazioni ecologiche.

Reperibilita' sul mercato del vino Rosso Barletta Doc

Il vino Rosso Barletta Doc si trova in commercio in ogni periodo dell'anno.

Leggi relative al vino Rosso Barletta Doc

La Doc Rosso Barletta è stata riconosciuta con DPR del 01.06.77, pubblicato sulla GU del 12.10.77

Commenti