Vino Locorotondo Doc


Il Locorotondo Doc è un vino da pasto bianco, prodotto anche nella versione Spumante
E' un vino tipico della regione Puglia, prodotto in provincia di Bari, Brindisi. Questa Doc si ottiene con vitigni Verdeca per il 50-65%, Bianco d'Alessano per il 35-50%, Fiano, Bombino bianco e Malvasia toscana per un massimo del 5%. La gradazione minima è di 11 gradi
Oltre a Locorotondo e Cisternino, la zona di produzione comprende, in parte, anche Fasano. L'uva Verdeca deve essere presente dal 50 al 65%. Bianco d'Alessano dal 35 al 50%. Bianco d'Alessano dal 35 al 50%. Ammesse altre uve bianche locali per il 5% minimo. E' un vino signorile da tutto pasto specialmente indicato con gli antipasti di frutti di mare, il pesce, le carni bianche, le minestre asciutte.
Il Locorotondo è considerato dagli esperti uno dei più promettenti vini bianchi di qualità pugliesi. La valle d'Itria, in cui questa Doc viene prodotta, è dominata dal comune di Locorotondo, agglomerato di case bianche fra le quali si distinguono i trulli, caratteristici edifici con tetto a forma di cono, la cui tecnica di costruzione è stata impiegata anche nelle tombe, di più antica e raffinata esecuzione, scoperte nella piana di Micene in Grecia. In greco antico 'troullos' significa cupola: l'origine greca del nome depone a favore della tesi che vede in questa forma architettonica una derivazione di quella impiegata dai monaci basiliani, di origine greca, nella valle d'Itria nel periodo medievale.

Caratteristiche del vino Locorotondo Doc

Denominazione: Doc
Tipologia di vino: Secco fermo
Colore: verdolino o paglierino
Profumo: delicato, caratteristico, gradevole
Sapore: asciutto, delicato, aristocratico
Uve utilizzate: Verdeca, Bianco di Alessano
Invecchiamento: -
Tenore alcolico: 11°
Temperatura di servizio: 8 - 12°C

Proprieta' organolettiche del vino Locorotondo Doc

All'esame visivo, il Locorotondo Doc risulta giallo paglierino con decisi riflessi verdolini; ha profumo abbastanza intenso e altrettanto persistente, fruttato, floreale, con delicati sentori di pesca e biancospino. Il sapore è secco, poco caldo, abbastanza morbido e fresco, abbastanza sapido ed equilibrato, debole di corpo

Zona di produzione del vino Locorotondo Doc

Comprende i comuni di Locorotondo, in provincia di Bari, Costernino e parte di Fasano in provincia di Brindisi.

Abbinamenti di cibo al vino Locorotondo Doc

Il vino Locorotondo Doc e' un vino bianco che si abbina bene con Piatti unici ed in particolare Pizza, panzarotti.
Il Locorotondo Doc si abbina a preparazioni poco strutturate: cozze ripiene di pangrattato e olio al forno, antipasti di pesce delicati, primi piatti di pasta al sugo bianco di pesce, pesci bolliti delicatamente salsati, fritture di pesce azzurro, seppie e polpi in tegame, frittate. Se ne consiglia la degustazione in calici per vini bianchi giovani, a una temperatura di servizio di 10-12°C. Il periodo ottimale di consumo è entro uno-due anni dalla vendemmia.

Etichetta del vino Locorotondo Doc

Ogni etichetta deve riportare la menzione della Denominazione di Origine Controllata accanto a tutte le altre indicazioni previste per legge, quali: Regione determinata da cui proviene il prodotto; Denominazione del prodotto costituita dall'abbinamento della varietà di vite da cui proviene il vino e dalla zona geografica in cui tale varietà è coltivata; Volume nominale del vino; Nome o ragione sociale e sede dell'imbottigliatore; Numero e codice imbottigliatore, che può apparire anche sul sistema di chiusura (tappo o capsula) Nome dello Stato; Indicazione del lotto; Indicazioni ecologiche.

Reperibilita' sul mercato del vino Locorotondo Doc

Il vino Locorotondo Doc si trova in commercio in ogni periodo dell'anno.

Leggi relative al vino Locorotondo Doc

La Doc Locorotondo è stata riconosciuta con DPR del 10.06.1969, pubblicato sulla GU 19.08.1969, successivamente modificato con DM del 08.08.1988, pubblicato sulla GU 20.08.1988

Commenti