Vino Lizzano Rosato Doc


La Doc Lizzano è disponibile nelle versioni Bianco, Bianco spumante, Rosso, Rosato, Rosato spumante, Negramaro rosso, Negramaro rosato e Malvasia nera
E' un vino tipico della regione Puglia, prodotto in provincia di Taranto. I vitigni da cui si produce questa Doc sono Trebbiano toscano, Chardonnay, Pinot bianco, Malvasia bianca, Sauvignon, Bianco d'Alessano, Negramaro, Montepulciano, Sangiovese, Bombino nero, Pinot nero, Malvasia nera di Brindisi e di Lecce
Vitigni: Montepulciano, Sangiovese, Bombino nero E' simile al Lizzano Negroamaro con minor presenza di tale uva. Buon vino da tutto pasto, accompagna le specialità  locali a base di carni. Il rosato è indicato anche con il pesce.
Il Lizzano prende il nome dall'omonimo comune che è anche fulcro della zona di produzione di questa Doc. Il vitigno che concorre in misura più consistente nella realizzazione del Lizzano Doc è il Negramaro, che è fondamentale per la produzione di vari altri vini di qualità della Puglia, a cui conferisce una piacevole vena amarognola. Non a caso, su circa 133 mila ettari di vigneto presenti in questa regione, 37 mila sono coltivati a Negramaro. Una curiosità: due secoli fa circa nel Salento si coltivava il vitigno 'Negrodolce', che aveva caratteristiche opposte a quelle del Negramaro. La Doc Lizzano è disponibile nelle versioni Bianco, Bianco spumante, Rosso, Rosato, Rosato spumante, Negramaro rosso, Negramaro rosato e Malvasia nera.

Caratteristiche del vino Lizzano Rosato Doc

Denominazione: Doc
Tipologia di vino: Secco fermo
Colore: dal rubino al granata oppure rosato
Profumo: vinoso, gradevole, caratteristico
Sapore: asciutto, armonico
Uve utilizzate: Negroamaro, Montepulciano
Invecchiamento: -
Tenore alcolico: 11°
Temperatura di servizio: 18°C 12 - 14°C il rosato 10°C lo spumante rosato

Proprieta' organolettiche del vino Lizzano Rosato Doc

Il Lizzano Doc Malvasia nera all'esame visivo si presenta di colore rosso rubino. Ha profumo abbastanza intenso e poco persistente, fruttato, floreale con sentori di prugne, marasche e viola. All'esame gustativo risulta secco, caldo, abbastanza morbido, poco fresco, abbastanza tannico e quasi sapido, di corpo, abbastanza equilibrato. Il Lizzano Doc Bianco, prodotto anche nelle tipologie Frizzante e Spumante, si presenta di colore paglierino scarico, ha profumo gradevolmente fruttato e delicato; il sapore è asciutto, fresco e armonico. Il Lizzano Doc Rosato ha colore tendente al rubino delicato, profumo lievemente vinoso, caratteristico, fruttato se giovane e sapore asciutto, fresco e armonico. La gradazione minima va dai 10,5 gradi del Bianco ai 12 del Negramaro Rosso o Rosato

Zona di produzione del vino Lizzano Rosato Doc

Comprende i comuni di Lizzano, Faggiano e alcune isole amministrative in provincia di Taranto.

Abbinamenti di cibo al vino Lizzano Rosato Doc

Il vino Lizzano Rosato Doc e' un vino rosato che si abbina bene con Antipasti ed in particolare Verdure fritte.
Il Lizzano Doc Malvasia nera va degustato assieme a preparazioni abbastanza strutturate, in particolare con carni bianche cotte in tegame con olio d'oliva e aromi, castrato in umido, agnello alla cacciatora, castrato in tegame con olio d'oliva e patate. La temperatura ottimale di servizio è di 16-18°C; il calice adatto è quello usato per vini rossi di corpo. Il periodo di consumo è entro tre-cinque anni dalla vendemmia, che diventano sei-sette anni per la tipologia Superiore. La versione Bianco si abbina ad antipasti magri a base di pesce, insalata di pollo, pastasciutta con il pomodoro e, nella versione Spumante, a panettone e altri prodotti similari. Va degustato in calici svasati a una temperatura di 10-12°C. Il Lizzano Doc Rosato va abbinato infine ad antipasti all'italiana di salumi crudi e a carni di coniglio, degustato in calici ampi e aperti a una temperatura di 12-14°C.

Etichetta del vino Lizzano Rosato Doc

Ogni etichetta deve riportare la menzione della Denominazione di Origine Controllata accanto a tutte le altre indicazioni previste per legge, quali: Regione determinata da cui proviene il prodotto; Denominazione del prodotto costituita dall'abbinamento della varietà di vite da cui proviene il vino e dalla zona geografica in cui tale varietà è coltivata; Volume nominale del vino; Nome o ragione sociale e sede dell'imbottigliatore; Numero e codice imbottigliatore, che può apparire anche sul sistema di chiusura (tappo o capsula) Nome dello Stato; Indicazione del lotto; Indicazioni ecologiche.

Reperibilita' sul mercato del vino Lizzano Rosato Doc

Il vino Lizzano Rosato Doc si trova in commercio in ogni periodo dell'anno.

Leggi relative al vino Lizzano Rosato Doc

La Doc Lizzano è stata riconosciuta con DPR 21.12.1988 pubblicato sulla GU 22.06.1989

Commenti