Vino Leverano Bianco Doc


La Doc Leverano include varie tipologie: Bianco, Bianco Passito, Bianco vendemmia tardiva, Rosso, Rosso Novello, Rosso Riserva, Rosato, Malvasia Bianca, Negramaro Rosso e Rosato
E' un vino tipico della regione Puglia, prodotto in provincia di Lecce. I vitigni da cui si producono i vini di questa Doc sono: Malvasia Bianca, Bombino Bianco, Negramaro, Malvasia Nera di Lecce, Montepulciano e Sangiovese da cui scaturiscono dei vini con gradazioni minime che vanno dal 10% del Bianco al 12% del Bianco vendemmia tardiva
Vitigni: Trebbiano Oltre a Leverano, la zona di produzine interessa in parte, anche Arnesano e Copertino. La Malvasia bianca può essere adoperata fino al 100%. Bombino bianco e Trebbiano, da sole o congiunte, fino a un massimo del 35%. E' un delicato vino da tutto pasto; indicato particolarmente con antipasti alla marinara, zuppe di pesce, grigliate miste di pesce.
Il Leverano Doc prende il nome dalla città situata nel Salento meridionale, a sud-ovest di Lecce. Oltre al vino, Leverano propone tesori d'arte e paesaggi contraddistinti da serre utilizzate per la coltivazione dei fiori, e da vigneti, presenti in tutta la Penisola salentina. Distesa fra Adriatico e Mar Jonio per circa un centinaio di chilometri, il 'tacco' dello stivale è vocato alla coltivazione della vite grazie al suo clima singolare, caratterizzato da giuste escursioni termiche fra giorno e notte. Fra i vitigni più diffusi vi è il Negramaro, utilizzato per la produzione del Leverano Rosso e Rosato, oltre che per il vino monovitigno Leverano Doc Negramaro. L'etimologia del nome riporta alle origini antiche della vite, dato che ripete la parola 'nero' sia in latino, 'niger', che in greco 'maru'.

Caratteristiche del vino Leverano Bianco Doc

Denominazione: Doc
Tipologia di vino: Secco fermo
Colore: paglierino vivace
Profumo: gradevole, vinoso, delicato
Sapore: asciutto, morbido, armonico
Uve utilizzate: Malvasia Bianca, Bombino Bianco
Invecchiamento: -
Tenore alcolico: 11°
Temperatura di servizio: 8 - 12°C

Proprieta' organolettiche del vino Leverano Bianco Doc

Il Leverano Doc Bianco all'esame visivo si presenta di color giallo paglierino piuttosto chiaro. Ha odore abbastanza intenso e poco persistente, fruttato, floreale con delicati sentori di mela, pesca e fiori bianchi. Il gusto è secco, poco caldo e altrettanto morbido, abbastanza fresco, quasi sapido, debole di corpo e abbastanza equilibrato. Il Leverano Doc Rosato ha colore rosato tendente al cerasuolo tenue, talvolta con lievi riflessi arancione. Il profumo è leggermente vinoso e fruttato quando è giovane, il sapore asciutto, fresco, armonico e gradevole. La versione Rosso ha colore rosso rubino tendente al granato, con riflessi arancioni quando invecchiato. Il profumo è vinoso, gradevole, caratteristico e il sapore asciutto e armonico con delicato fondo amarognolo. Se ne può avere una versione Riserva, con gradazione alcolica minima di 12,5 gradi, se sottoposto a invecchiamento minimo di due anni

Zona di produzione del vino Leverano Bianco Doc

Comprende il comune di Leverano, inclusa la frazione fra i comuni di Arnesano e Copertino, in provincia di Lecce.

Abbinamenti di cibo al vino Leverano Bianco Doc

Il vino Leverano Bianco Doc e' un vino bianco che si abbina bene con Secondi generici ed in particolare Frittate.
Il Leverano Doc Bianco si abbina a preparazioni poco strutturate, come frutti di mare crudi, risotto con sugo bianco di frutti di mare, fritti di pesce, triglie al cartoccio con capperi senza pomodoro. Va servito in calici per vini bianchi giovani, a una temperatura di 10-12°C, preferibilmente entro l'anno successivo alla vendemmia. La versione Rosato accompagna salumi piccanti, primi piatti con sughi di carne, carni di maiale e agnello al forno o in umido, carni rosse alla griglia, frittate e torte di verdura, formaggi ovini di media stagionatura. Va servito in calici ampi e aperti che ne valorizzano la delicatezza, a temperatura di 12-14°C. Il Leverano Doc Rosso va degustato assieme a salumi stagionati, primi piatti con sughi di carne, carni rosse alla griglia, al forno o in umido e formaggi ovini stagionati. Nella versione Riserva, in particolare, va degustato in calici ballon - che permettono di ossigenare il vino attraverso movimenti rotatori - a una temperatura di 18-20°C.

Etichetta del vino Leverano Bianco Doc

Ogni etichetta deve riportare la menzione della Denominazione di Origine Controllata accanto a tutte le altre indicazioni previste per legge, quali: Regione determinata da cui proviene il prodotto; Denominazione del prodotto costituita dall'abbinamento della varietà di vite da cui proviene il vino e dalla zona geografica in cui tale varietà è coltivata; Volume nominale del vino; Nome o ragione sociale e sede dell'imbottigliatore; Numero e codice imbottigliatore, che può apparire anche sul sistema di chiusura (tappo o capsula) Nome dello Stato; Indicazione del lotto; Indicazioni ecologiche.

Reperibilita' sul mercato del vino Leverano Bianco Doc

Il vino Leverano Bianco Doc si trova in commercio in ogni periodo dell'anno.

Leggi relative al vino Leverano Bianco Doc

La Doc Leverano è stata riconosciuta con DPR 15.09.1979, modificato dal decreto 17.03.1997 pubblicato sulla GU 28.03.1997 che ha sostituito per intero il disciplinare di produzione

Commenti