Vino Ghemme Docg


Il Ghemme Docg è un vino da pasto prodotto anche nella tipologia Riserva
E' un vino tipico della regione Piemonte, prodotto in provincia di Novara. Si ottiene da uve di vitigno Nebbiolo per un minimo del 75% e Vespolina e Uva rara, da sole o congiuntamente, per un massimo del 25%
Sapore: amarognolo Vino di antica fama, di produzione limitata, occupa con i suoi vigneti oltre al territorio di Ghemme, sui Colli Novaresi, anche parte di Romagnano Sesia. Accompagna alla perfezione i piatti a base di salumi cotti, gli arrosti e le grigliate miste di carni rosse e bianche. Ottimo con i formaggi duri stagionati e i molti piccanti.
Le origini del vino Ghemme sono molto antiche. Già i romani coltivavano il vitigno Nebbiolo e avevano cura di seguire le regole di produzione di questo vino. Le quantità prodotte erano talmente abbondanti, che l'antica città di Anagnum, la futura Ghemme, scelse come simbolo un grappolo d'uva e un mazzo di spighe di grano.

Caratteristiche del vino Ghemme Docg

Denominazione: Docg
Tipologia di vino: Secco fermo
Colore: rosso granato, con riflessi mattone
Profumo: intenso e gradevole, di viola mammola
Sapore: asciutto, armonico, sapido, piacevolmente
Uve utilizzate: Nebbiolo (Spanna), Vespolina, Uva Rara (Bonarda Novarese)
Invecchiamento: 4 anni
Tenore alcolico: 12°
Temperatura di servizio: 18 - 20 °C

Proprieta' organolettiche del vino Ghemme Docg

All'esame visivo il Ghemme Docg si presenta di colore rosso granato con riflessi aranciati. Il profumo è intenso, molto persistente, ampio, etereo, floreale, fruttato, con sentori di tabacco e cuoio, speziato di pepe nero e chiodi di garofano. Il sapore è caldo, secco, abbastanza morbido e altrettanto fresco, robusto di corpo, abbastanza equilibrato e con fondo gradevolmente amarognolo. La gradazione minima è di 12 gradi

Zona di produzione del vino Ghemme Docg

Comprende parte dei comuni di Ghemme e Romagnano Sesia, in provincia di Novara.

Abbinamenti di cibo al vino Ghemme Docg

Il vino Ghemme Docg e' un vino rosso che si abbina bene con Secondi di carne bovina ed in particolare Carni bovine bianche arrostite.
Il Ghemme Docg va abbinato a preparazioni strutturate, in particolare carni rosse brasate e marinate nello stesso vino, selvaggina, lepre, cinghiale, spezzatino di asino, filetto di bue, formaggi a pasta dura stagionati e arrosti di carne bianca se poco invecchiato. La temperatura di servizio si aggira intorno ai 18°C, il calice consigliato è quello per vini rossi di gran corpo tannici. Il periodo ottimale di consumo è entro dieci anni dalla vendemmia e più.

Etichetta del vino Ghemme Docg

Ogni etichetta deve riportare la menzione della Denominazione di Origine Controllata e Garantita accanto a tutte le altre indicazioni previste per legge, quali: Regione determinata da cui proviene il prodotto; Denominazione del prodotto costituita dall'abbinamento della varietà di vite da cui proviene il vino e dalla zona geografica in cui tale varietà è coltivata; Volume nominale del vino; Nome o ragione sociale e sede dell'imbottigliatore; Numero e codice imbottigliatore, che può apparire anche sul sistema di chiusura (tappo o capsula) Nome dello Stato; Indicazione del lotto; Indicazioni ecologiche;

Reperibilita' sul mercato del vino Ghemme Docg

Il vino Ghemme Docg si trova in commercio in ogni periodo dell'anno.

Leggi relative al vino Ghemme Docg

La Docg Ghemme è stata riconosciuta con Decreto del 29.05.1997, GU 137 del 14.06.1997

Commenti