Vino Dolcetto di Dogliani Doc


La Doc Dolcetto di Dogliani è un vino da pasto rosso (prodotto anche nella versione Superiore)
E' un vino tipico della regione Piemonte, prodotto in provincia di Cuneo. Viene prodotto con il 100% di uve del vitigno Dolcetto
Sapore: amarognolo La zona di produzione comprende oltre a Dogliani alcuni comuni contigui, tutti in provincia di Vuneo. Piacevolissimo, vino da tutto pasto, predilige le carni bianche, anche vitello e maiale. Esalta i formaggi mediamente invecchiati e saporiti.
La Doc di Dogliani, in provincia di Cuneo, può vantare tra i promotori Luigi Einaudi, primo Presidente della Repubblica italiana, il quale, da buon piemontese, trovava sempre il modo di seguire l'attività della sua azienda vitivinicola, situata proprio a Dogliani. Il nome di questa cittadina è derivato da Doglia e Lano, che sarebbe una storpiatura di Janus, nome latino di Giano, il dio romano che la leggenda racconta essersi recato nelle Langhe, sostando a Dogliani, trattenuto dalle delizie del vino locale. Già nel 1369 i marchesi di Saluzzo concessero ai cittadini di Dogliani la libertà di disporre dei propri beni e l'esenzione dalle tasse, oltre che dagli obblighi militari, purché pagassero un'imposta ''in vino'', rifornendo le cantine nobiliari di buon Dolcetto; inoltre questo vino viene espressamente nominato per la prima volta nel 1593 in una delibera intitolata ''Ordini per le vindimie'.

Caratteristiche del vino Dolcetto di Dogliani Doc

Denominazione: Doc
Tipologia di vino: Secco fermo
Colore: rosso rubino vivace, tendente al violaceo
Profumo: uvaceo espanso, gradevole
Sapore: asciutto, aromatico, di buon corpo, finale amarogn
Uve utilizzate: Dolcetto
Invecchiamento: 1 il superiore
Tenore alcolico: 11,5° 12,5° il superiore
Temperatura di servizio: 16 - 18°C

Proprieta' organolettiche del vino Dolcetto di Dogliani Doc

È un vino dal colore rosso rubino tendente al violaceo; odore vinoso, gradevole, caratteristico; gusto asciutto, di moderata acidità, amarognolo, delicato, gradevole, di discreto corpo, armonico; la gradazione alcolica minima è di 11,5 gradi. Con una gradazione alcolica di 12,5 gradi e un invecchiamento di un anno, può portare la qualifica ''Superiore''

Zona di produzione del vino Dolcetto di Dogliani Doc

Il Dolcetto di Dogliani Doc viene prodotto in alcuni comuni della provincia di Cuneo.

Abbinamenti di cibo al vino Dolcetto di Dogliani Doc

Il vino Dolcetto di Dogliani Doc e' un vino rosso che si abbina bene con Secondi di carne bovina ed in particolare Carni bovine bianche arrostite.
Il Dolcetto di Dogliani è un vino adatto a tutto il pasto, tuttavia si abbina soprattutto a carni bianche o rosse stufate o in umido, spezzatino, pollame e pollame nobile; viene servito a 16°C entro i due anni dalla vendemmia, in calici a ballon. Il Superiore si associa anche a carni brasate e va servito a 18 °C entro cinque anni dalla vendemmia, in un calice a ballon.

Etichetta del vino Dolcetto di Dogliani Doc

Ogni etichetta deve riportare la menzione della Denominazione di Origine Controllata accanto a tutte le altre indicazioni previste per legge, quali: Regione determinata da cui proviene il prodotto; Denominazione del prodotto costituita dall'abbinamento della varietà di vite da cui proviene il vino e dalla zona geografica in cui tale varietà è coltivata; Volume nominale del vino; Nome o ragione sociale e sede dell'imbottigliatore; Numero e codice imbottigliatore, che può apparire anche sul sistema di chiusura (tappo o capsula) Nome dello Stato; Indicazione del lotto; Indicazioni ecologiche;

Reperibilita' sul mercato del vino Dolcetto di Dogliani Doc

Il vino Dolcetto di Dogliani Doc si trova in commercio in ogni periodo dell'anno.

Leggi relative al vino Dolcetto di Dogliani Doc

Riconoscimento della Doc 'Dolcetto di Dogliani' con DPR 26.06.74 pubblicato sulla GU n.299 del 16.11.74

Commenti