Vino Barolo Docg


Il Barolo Docg è un vino da pasto prodotto anche nella tipologia Riserva
E' un vino tipico della regione Piemonte, prodotto in provincia di Cuneo. Si ottiene esclusivamente da uve del vitigno Nebbiolo e delle sue sottovarietà Lampia, Michet e Rosé
Sapore: caratteristico ''goudron'' di liquirizia, tipico dei grandi vini Temperatura di servizio: stappare la bottiglia almeno un'ora prima o più se molto invecchiato E' senza dubbio il vino italiano che finora ha goduto del maggior prestigio. E' definito ''vino da re'' e ''re dei vini''. Deriva dalle uve del vitigno Nebbiolo, nelle sottovarietà  Lampia e MIchet, senza aggiunte di uve esterne: Si produce in provincia di Cuneo in una ben delimitata zona che comprende i Comuni di Barolo, Sarralunga d'Alba, La Morra, Grinzane Cavour e altri limitrofi, in parte. Richiede un invecchiamento di almeno 3 anni in botti di rovere o castagno. Si affina sempre di più con l'età  e può dirsi perfetto sugli otto anni. E' uno dei più classici vini da arrosti, specie di carni rosse e accompagna aquisitamente la selvaggina. Tipici nelle Langhe il ''brasato al Barolo'' e la ''lepre al civet'' realizzati con abbondante dose di questo grande e intramontabile vino. Ottimo con i formaggi a pasta dura e piccante, o anche fuori pasto, come grande vino da meditazione.
Sono numerosi gli estimatori di questo vino da tavola che nel corso dei secoli ne hanno esaltato le caratteristiche, tanto da fargli acquisire la fama di 'vino dei re e re dei vini'. Conosciuto e apprezzato già nel Medioevo da sovrani e nobili, sulle cui mense il Barolo era una presenza costante, è però Camillo Benso di Cavour a decretarne il successo. Il conte, infatti, si dedicò personalmente alla coltura dei vitigni e alla produzione del Barolo con ottimi risultati, tanto da entrare in competizione con i migliori produttori di vini francesi.

Caratteristiche del vino Barolo Docg

Denominazione: Docg
Tipologia di vino: Secco fermo
Colore: rosso rubino; con l'invecchiamento diventa granata
Profumo: -
Sapore: Asciutto, carnoso e vellutato;
Uve utilizzate: Nebbiolo
Invecchiamento: 3, 5 il riserva
Tenore alcolico: 13°
Temperatura di servizio: 18 - 20°C

Proprieta' organolettiche del vino Barolo Docg

All'esame visivo il Barolo Docg si presenta di colore rosso granato intenso. Il profumo è molto intenso e persistente, con concentrazione di profumi fruttati e floreali; è speziato, etereo e ampio. Ha un sapore secco caldo, abbastanza morbido, tannico. È un vino pieno, molto persistente e abbastanza equilibrato, robusto di corpo. La gradazione alcolica minima è di 13 gradi

Zona di produzione del vino Barolo Docg

Comprende i comuni di Barolo, Castiglione Falletto, Serralunga d'Alba e in parte il territorio dei comuni di Monforte d'Alba, Novello, La Morra, Verduno, Grinzane Cavour, Diano d'Alba, Cherasco e Roddi, ricadenti nella provincia di Cuneo.

Abbinamenti di cibo al vino Barolo Docg

Il vino Barolo Docg e' un vino rosso che si abbina bene con Secondi di carne bovina ed in particolare Carni bovine rosse brasate.
Il Barolo Docg va abbinato a piatti a base di selvaggina (fagiano e lepre), arrosti di carne, formaggi piccanti, piatti tartufati; se giovane, accompagna bene gli antipasti piemontesi freddi o caldi. La temperatura di servizio è di 18°C; va servito in calici per vini rossi di gran corpo tannici dopo 8-9 anni dalla vendemmia e oltre, a seconda delle annate.

Etichetta del vino Barolo Docg

Ogni etichetta deve riportare la menzione della Denominazione di Origine Controllata e Garantita accanto a tutte le altre indicazioni previste per legge, quali: Regione determinata da cui proviene il prodotto; Denominazione del prodotto costituita dall'abbinamento della varietà di vite da cui proviene il vino e dalla zona geografica in cui tale varietà è coltivata; Volume nominale del vino; Nome o ragione sociale e sede dell'imbottigliatore; Numero e codice imbottigliatore, che può apparire anche sul sistema di chiusura (tappo o capsula) Nome dello Stato; Indicazione del lotto; Indicazioni ecologiche;

Reperibilita' sul mercato del vino Barolo Docg

Il vino Barolo Docg si trova in commercio in ogni periodo dell'anno.

Leggi relative al vino Barolo Docg

La Docg Barolo è stata riconosciuta con DPR dell' 01.07.1980, pubblicato sulla GU del 22.01.1981

Commenti