Vino Barbaresco Docg


Il Barbaresco Docg è un vino da pasto. Se sottoposto a un processo di invecchiamento della durata minima di 50 mesi si definisce Riserva
E' un vino tipico della regione Piemonte, prodotto in provincia di Cuneo. Si ottiene da uve del vitigno Nebbiolo, di cui vengono impiegate anche le sottovarietà Lampia, Michet e Rosé
Temperatura di servizio: almeno due ore prima di berla Questo famoso vino, sempre più apprezzato viene prodotto con uve del vitigno Nebbiolo, nelle sottovarietà  Michet, Lampia e rosè, senza altre aggiunte. La zona di produzione del Barbaresco, in provincia di Cuneo, si estende ai margini del comune di Neive, Treiso e San Rocco (frazione di Alba). Può essere immesso al consumo dopo 2 anni di invecchiamento: meglio berlo almeno a 3 anni. Può essere considerato perfetto a 4 anni, ma si mantiene ottimamente fino a 15 anni e anche oltre. E' vino decisamente superiore per gli arrosti d'alta cucina, la selvaggina e varie specialità  piemontesi. Ottimo con i formaggi a pasta dura e piccanti. Eccellente con le preparazioni in salmi (''fagiano in salmi'', ''lepre in civet'' ecc.). Indicato con il ''capretto arrosto'' e l' ''arrosto di maiale al latte''.
È nella 'Storia romana' di Tito Livio che si trovano i primi riferimenti al Barbaresco. Le origini di questo vino si fondono a leggende di varia origine; alcuni narrano che i Galli siano giunti in Italia perché attratti dal vino di Barbaritium, di eccellente qualità, da cui deriverebbe l'attuale Barbaresco. Altri sostengono che la Docg derivi il suo nome dalle orde barbariche che causarono la caduta dell'Impero romano. Del Barbaresco che si produce oggi, tuttavia, si comincia ad avere notizia solo ai primi dell'Ottocento. L'attuale Barbaresco, però, è ben diverso da quello cui si fa riferimento nei documenti antichi, che aveva sapore dolciastro e frizzante per via dell'aggiunta di uva dei vitigni Moscatello e Passeretta.

Caratteristiche del vino Barbaresco Docg

Denominazione: Docg
Tipologia di vino: Secco fermo
Colore: rosso rubino brillante
Profumo: Delicato di viola mammola
Sapore: Asciutto armonico, austero
Uve utilizzate: Nebbiolo
Invecchiamento: 2, 4 il riserva
Tenore alcolico: 12,5°
Temperatura di servizio: 20 - 22 °C stappare la bottiglia almeno 2 ore prim

Proprieta' organolettiche del vino Barbaresco Docg

All'esame visivo il Barbaresco si presenta di colore rosso granato intenso; ha profumo molto intenso e persistente, fruttato al lampone e alla mora, floreale, speziato con sentore di liquirizia, cannella, caffè. Il gusto è secco, caldo d'alcol, abbastanza fresco di acidità, sapido, con potente ma morbida tannicità. È robusto di corpo e ricco di componenti, intenso, austero e vellutato ma armonico. Ha una gradazione minima di 12,5°C

Zona di produzione del vino Barbaresco Docg

Comprende il territorio incluso fra i comuni di Barbaresco, Neive, Treiso e la parte della frazione San Rocco Senodelvio del comune di Alba, tutti in provincia di Cuneo.

Abbinamenti di cibo al vino Barbaresco Docg

Il vino Barbaresco Docg e' un vino rosso che si abbina bene con Secondi di carne bovina ed in particolare Carni bovine rosse arrostite.
Il Barbaresco Docg va abbinato a selvaggina, brasati di carne rossa, grigliate con salse brune, coniglio, formaggi gustosi e piccanti, rognoncini trifolati, fegatini, capriolo alla piemontese, piatti di carne importanti e saporiti e preparazioni aromatico-speziate. Va servito a una temperatura di 18-20°C in calici per vini rossi di gran corpo tannici, dopo 8-9 anni dalla vendemmia.

Etichetta del vino Barbaresco Docg

Ogni etichetta deve riportare la menzione della Denominazione di Origine Controllata e Garantita accanto a tutte le altre indicazioni previste per legge, quali: Regione determinata da cui proviene il prodotto; Denominazione del prodotto costituita dall'abbinamento della varietà di vite da cui proviene il vino e dalla zona geografica in cui tale varietà è coltivata; Volume nominale del vino; Nome o ragione sociale e sede dell'imbottigliatore; Numero e codice imbottigliatore, che può apparire anche sul sistema di chiusura (tappo o capsula) Nome dello Stato; Indicazione del lotto; Indicazioni ecologiche;

Reperibilita' sul mercato del vino Barbaresco Docg

Il vino Barbaresco Docg si trova in commercio in ogni periodo dell'anno.

Leggi relative al vino Barbaresco Docg

La Docg Barbaresco è stata riconosciuta con DPR del 03.10.1980, pubblicato sulla GU del 03.09.1981

Commenti