Vino Biferno Rosato Doc


Il Biferno è un vino da pasto prodotto nelle tipologie Rosso (anche nella versione Riserva), Rosato e Bianco
E' un vino tipico della regione Molise, prodotto in provincia di Campobasso. Il Biferno Rosso e Rosato è prodotto con uve Montepulciano per almeno il 60-70%, Trebbiano toscano per il 15-20%, Aglianico per il 15-20% ed eventualmente con piccole aggiunte di uve di altri vitigni a bacca bianca o nera non aromatici per un massimo del 5%. Il Biferno Bianco è prodotto con uve Trebbiano toscano per almeno il 65-70%, a cui si aggiungono Bombino bianco (25-30%) e Malvasia bianca (5-10%)
Si produce nella stessa zona del Biferno bianco, con Montepulciano dal 60 al 70%, Trebbiano toscano dal 15 al 20%, Aglianico dal 15 al 20%; ammesse altre uve bianche locali per un massimo del 5%. Da giovane è un vino da tutto pasto; quando diventa riserva è idoneo ai piatti di carni rosse scelte, alla cacciagione e alla selvaggina. il rosato è da tutto pasto, gradevole anche con il pesce.
Il Biferno, prodotto in provincia di Campobasso, è uno tra i più prestigiosi vini del Molise. Il suo nome deriva da quello del principale fiume della regione, l'antico Tifernus, oggi Biferno appunto, così chiamato perché scaturisce da 'due bocche' nel territorio di Boiano. È nelle campagne intorno a Campobasso che vengono coltivati i vigneti che danno origine al Biferno, nelle sue tre versioni Bianco, Rosso e Rosato. E, se il Bianco si ottiene in prevalenza da uve di Trebbiano toscano derivanti da viti allevate a un'altezza che non può essere superiore ai 600 metri sul livello del mare, il Rosso e il Rosato sono prodotti principalmente con uve Montepulciano e devono essere frutto di viti coltivate a non più di 500 metri di altezza sul livello del mare.

Caratteristiche del vino Biferno Rosato Doc

Denominazione: Doc
Tipologia di vino: Secco fermo
Colore: rubino più o meno intenso, rosa il rosato
Profumo: gradevole, fruttato, delicato
Sapore: asciutto, armonico, equilibrato
Uve utilizzate: Montepulciano, Trebbiano, Aglianico
Invecchiamento: 3 il riserva
Tenore alcolico: 11,5° 13° il riserva
Temperatura di servizio: 18°C 12 - 14°C il rosato

Proprieta' organolettiche del vino Biferno Rosato Doc

Il Biferno Rosso ha un colore rosso rubino più o meno intenso con riflessi granati se invecchiato, un odore gradevole, caratteristico, con profumo etereo se invecchiato, un sapore asciutto, armonico, vellutato, giustamente tannico e una gradazione minima di 11,5°C; il Biferno Rosato ha un colore rosa più o meno intenso, un odore fruttato delicato, un sapore asciutto, fresco, armonico e una gradazione minima di 11,5°C; il Biferno Bianco ha un colore paglierino con riflessi verdognoli, un odore gradevole, delicato, leggermente aromatico, un sapore asciutto, armonico, fresco e una gradazione minima di 10,5°C

Zona di produzione del vino Biferno Rosato Doc

La zona di produzione della Doc Biferno comprende i comuni di Campobasso, Campomarino, Colletorto, Mirabello Sannitico, Montenero di Bisaccia, Portocannone, Termoli, Rotello, San Giacomo degli Schiavoni e Tufara, in provincia di Campobasso.

Abbinamenti di cibo al vino Biferno Rosato Doc

Il vino Biferno Rosato Doc e' un vino rosato che si abbina bene con Primi asciutti ed in particolare Pasta con ricotta e prosciutto.
Il Biferno Bianco si gusta in calici svasati a 8-10°C abbinato a fior di latte, Caciocavallo silano, trote al forno; il Biferno Rosso, da bere in calici bordolesi a 16-18°C, è particolarmente indicato per accompagnare carni bianche al forno, carni rosse alla griglia, pecorino stagionato, soppressata, piatti di polenta al ragù o paste elaborate; il Biferno Rosato, da versare in calici ampi e aperti, si sposa con i fagioli, la soppressata e il coniglio alla cacciatora.

Etichetta del vino Biferno Rosato Doc

Ogni etichetta deve riportare la menzione della Denominazione di Origine Controllata accanto a tutte le altre indicazioni previste per legge, quali: Regione determinata da cui proviene il prodotto; Denominazione del prodotto costituita dall'abbinamento della varietà di vite da cui proviene il vino e dalla zona geografica in cui tale varietà è coltivata; Volume nominale del vino; Nome o ragione sociale e sede dell'imbottigliatore; Numero e codice imbottigliatore, che può apparire anche sul sistema di chiusura (tappo o capsula) Nome dello Stato; Indicazione del lotto; Indicazioni ecologiche.

Reperibilita' sul mercato del vino Biferno Rosato Doc

Il vino Biferno Rosato Doc si trova in commercio in ogni periodo dell'anno.

Leggi relative al vino Biferno Rosato Doc

La Doc Biferno è stata riconosciuta con DPR del 26.04.1983 pubblicato sulla GU del 30.09.1983

Commenti