Vino Rosso Conero Riserva Docg


Il Conero Rosso Riserva Docg è un vino da pasto
E' un vino tipico della regione Marche, prodotto in provincia di Ancona. Come per il Rosso Conero Doc, il Rosso Conero Riserva Docg è ottenuto per un minimo del 85% dalle uve del vitigno Montepulciano con eventuali aggiunte di uve Sangiovese per la restante percentuale
Vitigni: Montepulciano e Sangiovese La zona di produzione è quella del Monte Conero e, oltre Ancona, interessa Offagna, Camerano, Sirolo, Numana, Castelfidardo, Osimo e Loreto. La base dell'uvaggio è il vitigno Moltepulciano per almeno l'85%. E' un vino assai fine per piatti di mezzo a base di carni bianche e rosse. Eccelle con le specialità  in ''potacchio'' della cucina marchigiana e con formaggi stagionati.
Già dall'età Etrusca la produzione di vino 'anconetano' era largamente praticata. Nel corso dei secoli la produzione enologica del Conero è andata sempre più evolvendosi sino a raggiungere un alto standard di qualità, premiato con il riconoscimento a Docg nel settembre del 2004. Importanti testimonianze storiche della sua produzione sono state rinvenute in un antico monastero di Benedettini, i quali si racconta che impiegassero le uve raccolte alle falde del Conero per produrre uno splendido Rosso. E si pensa che forse furono proprio loro a darne il nome attuale. Riferimento geografico della zona di produzione é il Monte Conero, che si erge per 572 metri a Sud-Est di Ancona per poi tuffarsi nell'Adriatico. I terreni agricoli della zona anconetana sono particolarmente vocati alla crescita di diversi vitigni, sia bianchi che rossi, in quanto il clima è caldo e asciutto, condizioni che garantiscono all'uva una buona e regolare maturazione.

Caratteristiche del vino Rosso Conero Riserva Docg

Denominazione: Docg
Tipologia di vino:
Colore: rosso rubino limpido e vivace
Profumo: vinoso, caratteristico, gradevole
Sapore: asciutto, armonico, corposo e vellutato
Uve utilizzate: Montepulciano
Invecchiamento:
Tenore alcolico:
Temperatura di servizio:

Proprieta' organolettiche del vino Rosso Conero Riserva Docg

Questo vino si presenta con un colore rosso rubino, limpido e brillante con sfumature violacee e tendenti al granato con l'invecchiamento. All'olfatto di presenta gradevole con note vinose e fini, con la maturazione emergono note floreali e fruttate. Dal sapore tipicamente asciutto, sapido, armonico è un vino ricco di corpo, con l'invecchiamento acquista morbidezza e una nota leggermente amara. La gradazione minima è di 12 gradi

Zona di produzione del vino Rosso Conero Riserva Docg

La zona di produzione interessa sette comuni: Ancona, Camerano, Numana, Offagna, Sirolo ed in parte Castelfidardo e Osimo.

Abbinamenti di cibo al vino Rosso Conero Riserva Docg

Il vino Rosso Conero Riserva Docg e' un vino rosso che si abbina bene con ed in particolare .
Il Rosso Conero riserva Docg si sposa con primi piatti conditi con sughi di carne come il Timballo di maccheroni al ragù. Trova un buon abbinamento anche con secondi di carne rossa, brasati e stufati. È ottimo accompagnato alla selvaggina e ai formaggi stagionati. Si consiglia di degustarlo a una temperatura di 18°-20°C, servendolo in calici Ballon per rossi corposi e maturi.

Etichetta del vino Rosso Conero Riserva Docg

Ogni etichetta deve riportare la menzione della Denominazione di Origine Controllata e Garantita accanto a tutte le altre indicazioni previste per legge, quali: Regione determinata da cui proviene il prodotto; Denominazione del prodotto costituita dall'abbinamento della varietà di vite da cui proviene il vino e dalla zona geografica in cui tale varietà è coltivata; Volume nominale del vino; Nome o ragione sociale e sede dell'imbottigliatore; Numero e codice imbottigliatore, che può apparire anche sul sistema di chiusura (tappo o capsula); Nome dello Stato; Indicazione del lotto; Indicazioni ecologiche.

Reperibilita' sul mercato del vino Rosso Conero Riserva Docg

Il vino Rosso Conero Riserva Docg si trova in commercio in ogni periodo dell'anno.

Leggi relative al vino Rosso Conero Riserva Docg

Il Rosso Conero Riserva ha ricevuto il riconoscimento a Docg con D.M.01.09.2004, pubblicato sulla GU n. 212 del 09.09.2004

Commenti