Vino Velletri Bianco Doc


La Doc Velletri comprende un vino bianco (anche Amabile, Superiore e Spumante) e uno Rosso (anche Amabile e Riserva)
E' un vino tipico della regione Lazio, prodotto in provincia di Roma, Latina. Il Velletri Bianco Doc si ottiene da Malvasia bianca di Candia e/o Malvasia puntinata fino a un massimo del 70%, Trebbiano toscano, verde e giallo per non meno del 30%, Bellone e Bonvino fino a un massimo del 10% Il Rosso viene prodotto con uve Sangiovese per il 30-45%, Montepulciano per il 30-40%, Cesanese comune e/o Cesanese di Affile per almeno il 15%, Bombino nero e/o Merlot e/o Ciliegiolo fino a un massimo del 10%
Vitigni: toscano Sapore: vellutato Si produce nei comuni di Velletri e Lariano; interessato, in parte, anche con il comune di Cisterna. Nell'uvaggio predominano le uve Malvasia, con almeno il 70%; il Trebbiano concorre fino al 30%. Altre uve bianche locali: 10% massimo. Vino gradevole da tutto pasto, adatto per gli antipasti misti, le minestre e i risotti, i piatti di pesce, le uova con formaggi, le carni bianche grigliate.
La Doc Velletri ricade nelle propaggini meridionali dei Castelli Romani, nei territori comunali di Velletri, Lariano e Cisterna. Plinio il Vecchio, il grande scienziato naturalista del I secolo d.C., raccontava che il sistema di allevamento diffuso in questa zona era quello di origine etrusca, cioè la vite maritata a piante di medio o alto fusto, oggi ancora in uso presso alcuni piccoli produttori. Le vigne di Velletri sono state in ogni epoca un grande serbatoio enologico per Roma: nel Cinquecento più della metà del vino consumato nella Capitale proveniva da questa zona. Il vino di Velletri più diffuso e conosciuto è il Bianco, ma anche il Rosso è un buon vino che in annate eccezionali è capace di un lunghissimo invecchiamento.

Caratteristiche del vino Velletri Bianco Doc

Denominazione: Doc
Tipologia di vino:
Colore: giallo paglierino
Profumo: vinoso, gradevole, delicato
Sapore: secco o leggermente amabile, armonico e vellutato
Uve utilizzate: Malvasia, Trebbiano
Invecchiamento: -
Tenore alcolico: 11,5°
Temperatura di servizio: 8 - 12°C 6 - 8°C lo spumante

Proprieta' organolettiche del vino Velletri Bianco Doc

Il Velletri Bianco ha colore giallo paglierino più o meno intenso; profumo vinoso, gradevole e delicato; sapore secco o amabile o dolce, di giusto corpo, armonico e vellutato; la gradazione alcolica minima è di 11 gradi. Con una gradazione alcolica di 11,5 gradi, il tipo Secco può portare la qualifica ''Superiore''. Si trova anche nella versione ''Amabile'', con presenza di zuccheri dal 4 al 20 per mille; ''Dolce'', con zuccheri oltre il 20 per mille, e ''Spumante'', sia secco che amabile, con una gradazione alcolica minima di 11 gradi. Il Velletri Rosso ha colore rubino più o meno intenso tendente al granato nel tipo Riserva; profumo vinoso e intenso, etereo nel tipo invecchiato; sapore secco o amabile, vellutato, armonico, giustamente tannico, con gradazione minima di 11,5 gradi. Qualora venga sottoposto a un invecchiamento di 2 anni e abbia una gradazione alcolica minima di 12,5 gradi può portare la qualifica ''Riserva''. Si può trovare inoltre anche nella versione ''Amabile'

Zona di produzione del vino Velletri Bianco Doc

Il Velletri Doc viene prodotto nei territori amministrativi comunali di Velletri e Lariano e in parte quello di Cisterna di Latina.

Abbinamenti di cibo al vino Velletri Bianco Doc

Il vino Velletri Bianco Doc e' un vino bianco che si abbina bene con ed in particolare .
Il Velletri Bianco si abbina con antipasti freddi e caldi, gnocchi alla romana, piatti di pasta con sughi a base di pesce, carciofi alla romana e alla giudia, frittate contadine, ricotta romana, mozzarella di bufala campana. Viene servito a 8-10°C in un calice di media capacità a tulipano svasato, entro un anno dalla vendemmia. Il tipo Superiore è adatto a preparazioni abbastanza strutturate, antipasti di pesci saporiti, agnellino al forno, spiedini di crostacei, formaggi molli dolci e va servito a 10-12°C in un calice ampio che si restringe entro tre anni dalla vendemmia. Il Rosso viene servito con arrosti di carni bianche, carni rosse alla griglia o stufate, pollame e coniglio alla cacciatora in un calice bordolese a una temperatura di 16-18 °C.

Etichetta del vino Velletri Bianco Doc

Ogni etichetta deve riportare la menzione della Denominazione di Origine Controllata accanto a tutte le altre indicazioni previste per legge, quali: Regione determinata da cui proviene il prodotto; Denominazione del prodotto costituita dall'abbinamento della varietà di vite da cui proviene il vino e dalla zona geografica in cui tale varietà è coltivata; Volume nominale del vino; Nome o ragione sociale e sede dell'imbottigliatore; Numero e codice imbottigliatore, che può apparire anche sul sistema di chiusura (tappo o capsula) Nome dello Stato; Indicazione del lotto; Indicazioni ecologiche.

Reperibilita' sul mercato del vino Velletri Bianco Doc

Il vino Velletri Bianco Doc si trova in commercio in ogni periodo dell'anno.

Leggi relative al vino Velletri Bianco Doc

Il riconoscimento della Doc 'Velletri' è avvenuto con DPR 31.03.72 pubblicato sulla GU del 22.07.72 modificato dal DPR 11.05.87 pubblicato sulla GU del 21.10.87

Commenti