Strict Standards: Only variables should be assigned by reference in /home/belin83/webapps/vini_tipici_info/plugins/system/jumi/jumi.php on line 25

Strict Standards: Only variables should be assigned by reference in /home/belin83/webapps/vini_tipici_info/plugins/system/jumi/jumi.php on line 29

Strict Standards: Only variables should be assigned by reference in /home/belin83/webapps/vini_tipici_info/plugins/content/facebooklikeandshare/facebooklikeandshare.php on line 43

Strict Standards: Only variables should be assigned by reference in /home/belin83/webapps/vini_tipici_info/plugins/content/facebooklikeandshare/facebooklikeandshare.php on line 47
Vini Tipici - Vino Friuli Aquileia - Pinot Bianco Doc


Strict Standards: Only variables should be assigned by reference in /home/belin83/webapps/vini_tipici_info/plugins/content/masters_auto_read_more/masters_auto_read_more.php on line 44

Strict Standards: Only variables should be assigned by reference in /home/belin83/webapps/vini_tipici_info/plugins/content/facebooklikeandshare/facebooklikeandshare.php on line 96

Strict Standards: Only variables should be assigned by reference in /home/belin83/webapps/vini_tipici_info/plugins/content/facebooklikeandshare/facebooklikeandshare.php on line 220

Strict Standards: Only variables should be assigned by reference in /home/belin83/webapps/vini_tipici_info/plugins/content/masters_auto_read_more/masters_auto_read_more.php on line 278

Vino Friuli Aquileia - Pinot Bianco Doc


Deprecated: mysql_connect(): The mysql extension is deprecated and will be removed in the future: use mysqli or PDO instead in /home/belin83/webapps/vini_tipici_info/plugins/system/jumi/jumi/vini.php on line 17

Strict Standards: Only variables should be assigned by reference in /home/belin83/webapps/vini_tipici_info/plugins/system/jumi/jumi/vini.php on line 27

La Doc Friuli Aquileia comprende numerosi vini bianchi, rosati e rossi (questi ultimi anche nella versione Novello e Riserva con un invecchiamento minimo di 2 anni)
E' un vino tipico della regione Friuli Venezia Giulia, prodotto in provincia di Udine. La Doc Friuli Aquileia con la specificazione Cabernet, Cabernet Franc, Cabernet Sauvignon, Merlot, Muller Thürgau, Refosco dal peduncolo rosso, Riesling (da Riesling renano), Tocai friulano, Pinot bianco, Pinot grigio, Verduzzo friulano, Traminer aromatico, Sauvignon, Chardonnay o Malvasia (da Malvasia istriana) è riservata ai vini ottenuti dalle uve provenienti, per almeno il 90% dai corrispondenti vitigni. Possono concorrere, in misura non superiore al 10%, anche uve dei vitigni autorizzati della zona di corrispondente colore. La denominazione Friuli Aquileia «Rosato» è riservata al vino proveniente dalle uve Merlot sottoposte a una spremitura soffice, con breve periodo di macerazione a contatto con le vinacce. La denominazione Friuli Aquileia senza altre specificazioni è riservata ai vini Bianco e Rosso ottenuti da uve di una o più varietà suddette, con esclusione di quelle a bacca aromatica
Si produce nella zona di Aquileia con uve Pinot Bianco per almeno l'85%. Può essere integrato da altre uve bianche locali per il 15% massimo. Buon vino da tutto pasto, specialmente indicato con antipasti alla marinara, minestre leggere, piatti di pesce, verdure elaborate con formaggi.
L'opinione più diffusa tra gli studiosi è che la vite sia stata introdotta in Friuli dagli Eneti che si insediarono in questa regione tra il XIII e il XII secolo a.C., ma le maggiori testimonianze sulla viticoltura nella zona di Aquileia risalgono al periodo romano. Il greco Erodiano, narrando la storia dell'imperatore Massimino, descrive la campagna di Aquileia come una terra adorna di corone fronteggianti, riferendosi alle viti che, accoppiate equidistanti agli alberi, formavano il cosiddetto ''quadro giulivo''. Le cronache raccontano che nell'anno 237 d.C. gli abitanti di Aquileia distrussero il ponte sull'Isonzo, ma che il dittatore Massimino riuscì a passare ugualmente, legando tra loro i contenitori vuoti del buon vino del luogo, detti ''arnasi'', coprendoli di fascine e terriccio, così da varcare comodamente il fiume. Oggi a questa Doc appartengono numerosi vini bianchi, rosati e rossi elaborati anche nella tipologia Novello.

Caratteristiche del vino Friuli Aquileia - Pinot Bianco Doc

Denominazione: Doc
Tipologia di vino: Secco fermo
Colore: giallo paglierino
Profumo: delicato, caratteristico, fiorito
Sapore: asciutto, pieno, armonico
Uve utilizzate: Pinot Bianco
Invecchiamento: -
Tenore alcolico: 11°
Temperatura di servizio: 10 - 12 °C

Proprieta' organolettiche del vino Friuli Aquileia - Pinot Bianco Doc

Il Bianco ha colore giallo paglierino più o meno intenso, odore gradevole, fine e sapore armonico e vellutato. La gradazione minima è di 10,5 gradi. Il Rosso si presenta di colore rosso rubino tendente al granato se invecchiato. L'odore è vinoso, intenso e fine e il sapore è asciutto, morbido. La gradazione minima è di 10,5 gradi. Il Rosato ha colore rosato tendente al cerasuolo tenue, odore vinoso, intenso e gradevole e sapore asciutto, armonico, pieno. La gradazione minima è di 10,5 gradi

Zona di produzione del vino Friuli Aquileia - Pinot Bianco Doc

La Doc Friuli Aquileia viene prodotta in tutto o in parte del territorio di diciassette comuni della provincia di Udine, tra cui Aquileia (da cui il nome).

Abbinamenti di cibo al vino Friuli Aquileia - Pinot Bianco Doc

Il vino Friuli Aquileia - Pinot Bianco Doc e' un vino bianco che si abbina bene con Antipasti ed in particolare Aperitivo.
Il Friuli Aquileia Bianco si accompagna bene a preparazioni a base di pesce, come il brodetto gradese (zuppa di pesci locali) e il risotto ai frutti di mare, e a secondi piatti a base di formaggi come il frico. Si consiglia di servirlo in calici svasati a una temperatura di 8-10°C. Il Friuli Annia Rosso è ideale assieme al prosciutto di Sauris, all'arrosto di manzo, alla brovada (rape bianche) e alla bisna (polenta, fagioli e crauti). Va servito in calici bordolesi a una temperatura di 16-18C°. La tipologia Rosato si trova tradizionalmente abbinata ai cialzons (ravioli con erbe aromatiche), al frico (formaggio fritto) e a carni trasformate come il prosciutto di Sauris e la peta della Val Cellina. Va servito in calici ampi e aperti a una temperatura di 12-14°C.

Etichetta del vino Friuli Aquileia - Pinot Bianco Doc

Ogni etichetta deve riportare la menzione della Denominazione di Origine Controllata accanto a tutte le altre indicazioni previste per legge, quali: Regione determinata da cui proviene il prodotto; Denominazione del prodotto costituita dall'abbinamento della varietà di vite da cui proviene il vino e dalla zona geografica in cui tale varietà è coltivata; Volume nominale del vino; Nome o ragione sociale e sede dell'imbottigliatore; Numero e codice imbottigliatore, che può apparire anche sul sistema di chiusura (tappo o capsula) Nome dello Stato; Indicazione del lotto; Indicazioni ecologiche.

Reperibilita' sul mercato del vino Friuli Aquileia - Pinot Bianco Doc

Il vino Friuli Aquileia - Pinot Bianco Doc si trova in commercio in ogni periodo dell'anno.

Leggi relative al vino Friuli Aquileia - Pinot Bianco Doc

Il riconoscimento della Doc è avvenuto con DPR del 21.07.1975 successivamente sostituito dal DM del 15.09.1994 pubblicato sulla GU del 29.09.1994.

Commenti