Vino Cagnina di Romagna Doc


Il Cagnina di Romagna Doc è un vino rosso da pasto
E' un vino tipico della regione Emilia Romagna, prodotto in provincia di Ferrara, Ravenna. Il Cagnina di Romagna si ottiene dal vitigno Refosco dal Peduncolo rosso per almeno l'85% e da altri vitigni per un massimo del 15%.

Il Cagnina di Romagna Doc è un vino rosso prodotto nelle provincie di Ravenna e Forlì. Il vitigno da cui si produce ha origini quasi certamente friulane risalenti al XIII secolo, periodo in cui vennero importate dalla Dalmazia e dal Carso grandi quantità di pietra calcarea per la costruzione degli imponenti monumenti di Ravenna. D'altro canto il Cagnina risulta molto simile al Terrano (Refosco) d'Istria e del Carso. Inoltre, nel dialetto locale, al nome Cagnina viene solitamente aggiunta la specifica 'de grasp ros' (dal raspo rosso), così come il Refosco, in Friuli, viene definito 'dal peduncolo rosso'.

Caratteristiche del vino Cagnina di Romagna Doc

Denominazione: Doc
Tipologia di vino: Amabile fermo
Colore:
Profumo:
Sapore:
Uve utilizzate: Refosco (Terrano)
Invecchiamento:
Tenore alcolico:
Temperatura di servizio:

Proprieta' organolettiche del vino Cagnina di Romagna Doc

All'esame visivo il Cagnina di Romagna presenta colore rosso violaceo; il profumo è vinoso e caratteristico; il sapore è dolce, di corpo, un po' tannico, leggermente acidulo; la gradazione minima è di 11 gradi

Zona di produzione del vino Cagnina di Romagna Doc

La zona di produzione comprende i comuni di Bertinoro, Castrocaro Terme e Terra del Sole, Cesena, Forlì, Forlimpopoli, Longiano, Montiano, Modigliana, Dovadola, Predappio, Mercato Saraceno, Meldola, Roncofreddo, Savignano sul Rubicone, Gatteo e San Mauro Pascoli in provincia di Forlì-Cesena; Brisighella, Casola Valsenio, Castel Bolognese, Faenza e Riolo Terme in provincia di Ravenna.

Abbinamenti di cibo al vino Cagnina di Romagna Doc

Il vino Cagnina di Romagna Doc e' un vino rosso che si abbina bene con Secondi di carne suina ed in particolare Cotechino.
Il Cagnina di Romagna è un vino che va bevuto molto giovane, meglio quindi se consumato entro l'estate successiva alla vendemmia. Va servito a una temperatura di 12-14°C in calici allungati per vini rossi giovani. Si abbina bene a dolci a pasta poco lievitata come piccoli biscotti da forno e dolci di carnevale oppure alle castagne arrosto.

Etichetta del vino Cagnina di Romagna Doc

Ogni etichetta deve riportare la menzione della Denominazione di Origine Controllata accanto a tutte le altre indicazioni previste per legge, quali: Regione determinata da cui proviene il prodotto; Denominazione del prodotto costituita dall'abbinamento della varietà di vite da cui proviene il vino e dalla zona geografica in cui tale varietà è coltivata; Volume nominale del vino; Nome o ragione sociale e sede dell'imbottigliatore; Numero e codice imbottigliatore, che può apparire anche sul sistema di chiusura (tappo o capsula) Nome dello Stato; Indicazione del lotto; Indicazioni ecologiche.

Reperibilita' sul mercato del vino Cagnina di Romagna Doc

Il vino Cagnina di Romagna Doc si trova in commercio in ogni periodo dell'anno.

Leggi relative al vino Cagnina di Romagna Doc

La Doc Cagnina di Romagna è stata riconosciuta con DPR del 17.03.1988 pubblicato sulla GU del 15.02.1989

Commenti