Vino Aglianico del Taburno (o Taburno) - Coda di Volpe Doc


L'Aglianico del Taburno è prodotto nelle tipologie Aglianico del Taburno Rosso (anche nella versione Riserva), Aglianico del Taburno Rosato, Taburno Bianco, Taburno Rosso, Taburno Novello, Taburno Falanghina, Taburno Greco, Taburno Coda di Volpe, Taburno Piedirosso e Taburno Spumante
E' un vino tipico della regione Campania, prodotto in provincia di Benevento.

L'area di produzione di questa Doc comprende 13 comuni, distribuiti sulle pendici del Monte Taburno in provincia di Benevento. Dall'Aglianico, derivante dalla 'vite ellenica' introdotta dai Greci ai tempi della fondazione di Cuma, si ottiene uno dei vini più importanti, non solo del meridione d'Italia, ma a livello nazionale. La Doc comprende varie tipologie: Aglianico del Taburno Rosso, Aglianico del Taburno Rosato, Taburno Bianco, Taburno Rosso, Taburno Novello, Taburno Falanghina, Taburno Greco, Taburno Coda di Volpe, Taburno Piedirosso e Taburno Spumante. I prodotti di punta sono l'Aglianico, tra i rossi, e la Falanghina, tra i bianchi.

Caratteristiche del vino Aglianico del Taburno (o Taburno) - Coda di Volpe Doc

Denominazione: Doc
Tipologia di vino: Secco fermo
Colore:
Profumo:
Sapore:
Uve utilizzate: Coda di Volpe
Invecchiamento:
Tenore alcolico:
Temperatura di servizio:

Proprieta' organolettiche del vino Aglianico del Taburno (o Taburno) - Coda di Volpe Doc

L'Aglianico del Taburno Rosso, di gradazione alcolica pari a 11,5°C, ha un colore rosso rubino tendente al granata; odore intenso e persistente, fruttato di frutti del sottobosco, ampio, e con l'invecchiamento assume sentori complessi; sapore secco, caldo, abbastanza morbido, poco fresco, giustamente tannico, abbastanza sapido, abbastanza equilibrato, di corpo; con un invecchiamento di tre anni e una gradazione alcolica di 12,5°C, si fregia della denominazione Riserva. Il Taburno Bianco ha un colore giallo paglierino più o meno intenso; odore delicato e gradevole, sapore asciutto e fresco. Ha una gradazione minima di 11°C. Il Taburno Spumante (gradazione minima 11°C) presenta una spuma fine e persistente, un colore paglierino più o meno intenso e un odore fine, leggero fruttato; il sapore è persistente, secco ed elegante. Il Bianco è ottenuto da Trebbiano Toscano per il 40-60% e Falanghina per il 30-40%, con l'eventuale aggiunta di altri vitigni per un massimo del 30%. L'Aglianico del Taburno Rosso discende dall'omonimo vitigno per l'85% con l'aggiunta eventuale di altri vitigni a bacca nera della zona (massimo 15%). Il Taburno Spumante proviene dalle uve dei vitigni Coda di Volpe e/ o Falanghina (almeno il 60%) con l'aggiunta eventuale di quelle di altri vitigni a bacca bianca per un massimo del 40%

Zona di produzione del vino Aglianico del Taburno (o Taburno) - Coda di Volpe Doc

Comprende l'intero territorio dei comuni di Apollosa, Bonea, Campoli del Monte Taburno, Castelpoto, Foglianise, Montesarchio, Paupisi, Torrecuso e Ponte e parte di quelli di Benevento, Cautano, Vitulano e Tocco Caudio, tutti in provincia di Benevento.

Abbinamenti di cibo al vino Aglianico del Taburno (o Taburno) - Coda di Volpe Doc

Il vino Aglianico del Taburno (o Taburno) - Coda di Volpe Doc e' un vino bianco che si abbina bene con Antipasti ed in particolare Stuzzichini.
L'Aglianico del Taburno Rosso, da versare in calici ballon alla temperatura di 16-18°C, entro due-tre anni dalla vendemmia, è particolarmente indicato per accompagnare piatti abbastanza strutturati: carni bianche cotte al forno, agnello al forno con patate, formaggi di media stagionatura. Il Bianco, versato alla temperatura di 8-10°C in un calice a tulipano svasato, si abbina perfettamente a molluschi e crostacei, insalate di mare, timballi, minestroni, lasagne e a calamari in umido, baccalà, caciocavallo e provola. Lo Spumante, versato alla temperatura di 6-8°C in flûte, dal sapore secco ed elegante, è invece ottimo insieme a ostriche, crostacei e zuppe di vongole.

Etichetta del vino Aglianico del Taburno (o Taburno) - Coda di Volpe Doc

Ogni etichetta deve riportare la menzione della Denominazione di Origine Controllata accanto a tutte le altre indicazioni previste per legge, quali: Regione determinata da cui proviene il prodotto; Denominazione del prodotto costituita dall'abbinamento della varietà di vite da cui proviene il vino e dalla zona geografica in cui tale varietà è coltivata; Volume nominale del vino; Nome o ragione sociale e sede dell'imbottigliatore; Numero e codice imbottigliatore, che può apparire anche sul sistema di chiusura (tappo o capsula) Nome dello Stato; Indicazione del lotto; Indicazioni ecologiche.

Reperibilita' sul mercato del vino Aglianico del Taburno (o Taburno) - Coda di Volpe Doc

Il vino Aglianico del Taburno (o Taburno) - Coda di Volpe Doc si trova in commercio in ogni periodo dell'anno.

Leggi relative al vino Aglianico del Taburno (o Taburno) - Coda di Volpe Doc

La Doc Aglianico del Taburno è stata riconosciuta con D.P.R. del 29/10/1986 modificato dal DM del 02.08.1993 pubblicato sulla GU del 27.08.1993

Commenti