Vino Solopaca Rosso Doc


La Doc Solopaca è prodotta nelle seguenti tipologie: Bianco Rosso, Rosato, Aglianico, Falanghina e Spumante
E' un vino tipico della regione Campania, prodotto in provincia di Napoli, Benevento. Il Bianco è prodotto per il 40-60% con uve del vitigno Trebbiano toscano e con quelle dei vitigni Falanghina, Coda di volpe, Malvasia toscana e Malvasia di Candia, per un valore massimo del 20%; possono concorrere anche altri vitigni a frutto bianco della zona. La tipologia Rosso deriva da uve del vitigno Sangiovese per il 60%; Aglianico per il 20-40%; Piedirosso, Sciascinoso ed eventualmente da altri vitigni per un massimo del 30%. L'Aglianico è prodotto con uve del vitigno omonimo per l'85% e da altre uve rosse della zona per un massimo del 15%
Vitigni: Per'e Palummo, Aglianico Si produce nella stessa zona del Solopaca bianco con uve Sangiovese dal 45 al 60%; Pur'e Palummo dal 20 al 25%, Aglianico dal 10 al 20%. Gli altri vitigni locali sono ammessi fino al 10% massimo. Da giovane è un versatile vino da tutto pasto, con un certo invecchiamento accompagna bene gli arrosti di carni rosse ed anche gli umidi e i salumi molto saporiti.
Nella zona viticola che da Cerreto Sannita si spinge verso Sud sino a Solopaca e Melizzano, in provincia di Benevento, si producono vini piacevoli nelle tipologie Bianco, Rosso, Rosato, Aglianico, Falanghina e Spumante. La tradizione vitivinicola del beneventano, pur di antiche origini, non si è tradotta in memorie storiche di rilievo. I vini bianchi godono del contributo di uve provenienti per la maggior parte dal vitigno Trebbiano toscano e Malvasia di Candia mentre i rossi, indicati per piatti piccanti e da bere appena imbottigliati, derivano in gran parte dai vitigni Aglianico, Piedirosso e Sangiovese.

Caratteristiche del vino Solopaca Rosso Doc

Denominazione: Doc
Tipologia di vino: Secco fermo
Colore: rosso rubino tendente al granato
Profumo: vinoso, intenso, caratteristico
Sapore: asciutto, armonico, vellutato
Uve utilizzate: Sangiovese
Invecchiamento: -
Tenore alcolico: 11,5°
Temperatura di servizio: 16 - 18°C

Proprieta' organolettiche del vino Solopaca Rosso Doc

Il Solopaca Doc Bianco ha un colore giallo paglierino, un sapore asciutto e vellutato e una gradazione minima di 11°C. Il Rosso, dal colore rubino più o meno intenso, attenuato con l'invecchiamento, è vellutato e corposo e ha una gradazione alcolica di 11,5°C. Stessa gradazione per il Rosato e l'Aglianico, rispettivamente dal colore rosa e rubino, asciutti, vivaci e dal sapore fragrante e intenso. Il Rosato ha colore rosa più o meno intenso, odore delicato, caratteristico; sapore fragrante, asciutto, talvolta vivace e una gradazione minima di 11,5 gradi

Zona di produzione del vino Solopaca Rosso Doc

Comprende i Comuni di Solopaca, Castelvenere, Guardia Sanframondi, San Lorenzo Maggiore e parte di Cerreto Sannita, Faicchio, Frasso Telesino, Melizzano, San Lorenzello, San Salvatore Telesino, Telese Terme e Vitulano, in provincia di Benevento.

Abbinamenti di cibo al vino Solopaca Rosso Doc

Il vino Solopaca Rosso Doc e' un vino rosso che si abbina bene con Secondi di carne ovina e caprina ed in particolare Carni ovine arrostite.
Il Solopaca Rosso e l'Aglianico vanno serviti in calici bordolesi a 16-18 gradi di temperatura entro tre-quattro anni dalla vendemmia. Il primo può gustarsi insieme a capocollo campano, cervellatine, involtini e minestre regionali. Il secondo è invece un rosso che può essere servito per accompagnare piatti con ragù molto ricchi, salsiccia, capretto, selvaggina e pollame. Il Rosato si sposa bene con il caciocavallo, la provola, i peperoni imbottiti, le lasagne e altri primi piatti abbastanza strutturati. Si serve in calici di media capacità a tulipano ampio a 12-14°C. Il Falanghina può accompagnare zuppe di pesce, ostriche, crostacei e molluschi. Si serve in calici di media capacità a tulipano ampio a una temperatura di 8-10°C.

Etichetta del vino Solopaca Rosso Doc

Ogni etichetta deve riportare la menzione della Denominazione di Origine Controllata accanto a tutte le altre indicazioni previste per legge, quali: Regione determinata da cui proviene il prodotto; Denominazione del prodotto costituita dall'abbinamento della varietà di vite da cui proviene il vino e dalla zona geografica in cui tale varietà è coltivata; Volume nominale del vino; Nome o ragione sociale e sede dell'imbottigliatore; Numero e codice imbottigliatore, che può apparire anche sul sistema di chiusura (tappo o capsula) Nome dello Stato; Indicazione del lotto; Indicazioni ecologiche.

Reperibilita' sul mercato del vino Solopaca Rosso Doc

Il vino Solopaca Rosso Doc si trova in commercio in ogni periodo dell'anno.

Leggi relative al vino Solopaca Rosso Doc

La Doc Solopaca è stata riconosciuta con DM del 12.10.1992 pubblicato sulla GU del 21.10.1992

Commenti