Vino Castel San Lorenzo Doc


Il Castel San Lorenzo Doc è prodotto nelle seguenti tipologie: Bianco, Rosso, Rosato, Barbera, Moscato e Moscato Spumante
E' un vino tipico della regione Campania, prodotto in provincia di Salerno. Il Bianco è ottenuto dai vitigni Trebbiano Toscano per il 50-60% e Malvasia bianca per il 30-40%, con l'eventuale aggiunta di altri vitigni per un massimo del 20%. Il Rosso e il Rosato derivano da uve Barbera per il 60-80% e da Sangiovese per il 20-30%, con eventuale aggiunta di altri vitigni per un massimo del 20%. Il Barbera deriva per un minimo dell'85% dalle uve omonime. Il Moscato nelle due tipologie si ottiene per almeno l'85% dal vitigno Moscato bianco.

La zona di produzione di questa Doc, come per il Costa d'Amalfi e il Cilento, appartiene alla provincia di Salerno, e in particolare alla valle del Calore, che comprende otto comuni, dai terreni collinari che degradano verso il fiume, ottimamente esposti, coltivati con vigne allevate a guyot, a portamento basso e a sesti fitti. Rappresenta l'area più intensamente vitata della provincia di Salerno. Le tipologie Barbera (anche Riserva), Rosso e Rosato derivano tutte in prevalenza da uve Barbera. Particolarmente meritevoli di attenzione sono, poi, il Bianco, il Novello, sempre a base di Barbera, il Moscato spumante e il Moscato.

Caratteristiche del vino Castel San Lorenzo Doc

Denominazione: Doc
Tipologia di vino:
Colore:
Profumo:
Sapore:
Uve utilizzate:
Invecchiamento:
Tenore alcolico:
Temperatura di servizio:

Proprieta' organolettiche del vino Castel San Lorenzo Doc

Il Barbera ha colore rubino e odore intenso, abbastanza persistente, fruttato (frutta matura), floreale (rosa appassita); sapore secco, caldo, quasi morbido, poco fresco, abbastanza tannico, sapido, di corpo, equilibrato con delicata sensazione finale amarognola; presenta una gradazione alcolica minima di 11,5°C; con un invecchiamento di due anni e una gradazione alcolica di 12,5°C, si fregia della denominazione Riserva. Il Bianco ha un colore giallo paglierino più o meno intenso; odore vinoso, sapore asciutto, acidulo e fruttato, leggermente amarognolo, armonico. Ha una gradazione minima di 11°C. Infine il Moscato, dal colore paglierino più o meno intenso; odore caratteristico, delicato, ha sapore dolce, vellutato e armonico. Ha 12°C di gradazione alcolica minima, ma se arriva ai 13,5°C si qualifica come Lambiccato.

Zona di produzione del vino Castel San Lorenzo Doc

Comprende i Comuni di Castel San Lorenzo, Bellosguardo e Felitto e in parte di Aquara, Castelcivita, Roccadaspide, Magliano Vetere e Ottati, tutti in provincia di Salerno.

Abbinamenti di cibo al vino Castel San Lorenzo Doc

Il vino Castel San Lorenzo Doc e' un vino rosso che si abbina bene con ed in particolare .
Il Castel San Lorenzo Barbera Riserva, da servire in calici bordolesi alla temperatura di 16-18°C, entro quattro-cinque anni e oltre dalla vendemmia, è particolarmente indicato per accompagnare piatti abbastanza strutturati: carni ovine marinate, aromatizzate e cotte al forno, coniglio all'ischitana, polpettone di manzo alla napoletana, animali da cortile (cotti in padella con vino, pomodoro, olio, odori), carni ovine e suine arrosto. Il Bianco, versato alla temperatura di 6-8°C in calici flûte, è tanto più apprezzato se abbinato a molluschi e crostacei, insalate di mare, timballi, minestroni, lasagne e sartù, calamari in umido, caciocavallo e provola. Il Moscato, versato alla temperatura di 10-12°C in bicchieri di media capacità a tulipano, è invece ottimo a fine pasto, in abbinamento a babà, pastiera e sfogliatelle.

Etichetta del vino Castel San Lorenzo Doc

Ogni etichetta deve riportare la menzione della Denominazione di Origine Controllata accanto a tutte le altre indicazioni previste per legge, quali: Regione determinata da cui proviene il prodotto; Denominazione del prodotto costituita dall'abbinamento della varietà di vite da cui proviene il vino e dalla zona geografica in cui tale varietà è coltivata; Volume nominale del vino; Nome o ragione sociale e sede dell'imbottigliatore; Numero e codice imbottigliatore, che può apparire anche sul sistema di chiusura (tappo o capsula) Nome dello Stato; Indicazione del lotto; Indicazioni ecologiche.

Reperibilita' sul mercato del vino Castel San Lorenzo Doc

Il vino Castel San Lorenzo Doc si trova in commercio in ogni periodo dell'anno.

Leggi relative al vino Castel San Lorenzo Doc

Riferimenti normativi La Doc Castel San Lorenzo è stata riconosciuta con DM del 06.11.1991 pubblicato sulla GU del 23.09.1992.

Commenti