Vino Savuto Doc


Il Savuto è un vino da pasto prodotto nelle tipologie Rosso (anche nella versione Superiore) e Rosato
E' un vino tipico della regione Calabria, prodotto in provincia di Cosenza, Catanzaro. Il Savuto (Rosso e Rosato) è prodotto con Gaglioppo per il 35-45%, Greco nero, Nerello, Cappuccio, Magliocco canino e Sangiovese, da sole o congiuntamente per il 30-40% (Sangiovese massimo 10%) e Malvasia bianca e Pecorino, da sole o congiuntamente, per un massimo 25%
Vitigni: Gaglioppo, Greco, Nerello, Cappuccio, Magliocco, Canino, Sangiovese Province: Cosenza, Catanzaro Invecchiamento: 2 anni il superiore La zona di produzione comprende 14 comuni in provincia di Cosenza e 6 in provincia di Catanzaro. Nell'uvaggio predomina il Gaglioppo, presente dal 35 al 45%. E' un pregevole vino da tutto pasto per una gastronomia generosa. Il tipo superiore accompagna piatti di maggior impegno, specie cacciagione e selvaggina.
Decantato da Plinio e Strabone, amato dai patrizi romani ai cui banchetti non poteva mai mancare, il Savuto ('Sanutum' per i Latini) si distingue dagli altri vini calabresi perché, invece di essere il prodotto di vigneti degradanti verso il mare, deriva da viti che sono piantate sulle pendici dei monti che sovrastano il fiume Savuto, da cui questo vino prende il nome. Ancora oggi, peraltro, la vite da cui si trae questo vino di ottima beva è allevata ad alberello, con il sistema praticato dall'antica popolazione dei Buzi nel III secolo a.C.. Nei secoli, sconvolgimenti del territorio causati da guerre, fattori politici, eventi patologici, hanno decimato le produzioni e i vigneti del Savuto, la cui produzione si è dunque stabilizzata solo a partire dal XV secolo, grazie all'evoluzione dei trasporti marittimi e alla conseguente instaurazione di regolari rapporti commerciali con mercati lontani. Il Savuto Doc è prodotto nelle versioni Rosso (anche Superiore) e Rosato.

Caratteristiche del vino Savuto Doc

Denominazione: Doc
Tipologia di vino: Secco fermo
Colore: rosso rubino più o meno carico
Profumo: vinoso, gradevole, continuo
Sapore: pieno, asciutto, vellutato
Uve utilizzate: Gaglioppo, Greco Nero, Nerello Cappuccio, Magliocco Canino, Sangiovese, Malvasia Bianca, Pecorino
Invecchiamento: -
Tenore alcolico: 12° 12,5° il superiore
Temperatura di servizio: 18°C

Proprieta' organolettiche del vino Savuto Doc

Il Savuto, nelle tipologie Rosso e Rosato, ha un colore rosso rubino più o meno carico o rosato, un odore caratteristico, un sapore pieno, asciutto e una gradazione minima di 12°C

Zona di produzione del vino Savuto Doc

La zona di produzione del Savuto comprende i comuni di Rogliano, Santo Stefano di Rogliano, Marzi, Belsito, Grimaldi, Altilia, Aiello Calabro, Cleto, Serra d'Aiello, Pedivigliano, Malito, Amantea, Scigliano e Carpanzano, in provincia di Cosenza e Motta Santa Lucia, Martirano, Martirano Lombardo, San Mango d'Aquino, Nocera Tirinese e Conflenti, in provincia di Catanzaro.

Abbinamenti di cibo al vino Savuto Doc

Il vino Savuto Doc e' un vino rosso che si abbina bene con Formaggi ed in particolare Formaggi di capra stagionati.
Il Savuto, nelle tipologie Rosso e Rosato, da bere rispettivamente in calici bordolesi e a tulipano ampio a 16-18°C e a 12-14°C, è particolarmente indicato per accompagnare minestre asciutte e in brodo, carni bianche oppure pecorino crotonese, butirro, giuncata, Caciocavallo silano stagionato.

Etichetta del vino Savuto Doc

Ogni etichetta deve riportare la menzione della Denominazione di Origine Controllata accanto a tutte le altre indicazioni previste per legge, quali: Regione determinata da cui proviene il prodotto; Denominazione del prodotto costituita dall'abbinamento della varietà di vite da cui proviene il vino e dalla zona geografica in cui tale varietà è coltivata; Volume nominale del vino; Nome o ragione sociale e sede dell'imbottigliatore; Numero e codice imbottigliatore, che può apparire anche sul sistema di chiusura (tappo o capsula) Nome dello Stato; Indicazione del lotto; Indicazioni ecologiche.

Reperibilita' sul mercato del vino Savuto Doc

Il vino Savuto Doc si trova in commercio in ogni periodo dell'anno.

Leggi relative al vino Savuto Doc

La Doc è stata riconosciuta con DPR del 19.05.1975 pubblicato sulla GU del 03.11.1975

Commenti