Vino Lamezia Bianco Doc


Il Lamezia è un vino da pasto prodotto nella tipologia Bianco, Greco, Rosso (anche nelle versioni Novello e Riserva) e Rosato
E' un vino tipico della regione Calabria, prodotto in provincia di Catanzaro. Il Lamezia Bianco è prodotto con uve Greco bianco fino al 50%, Trebbiano toscano fino al 40% e Malvasia bianca per almeno il 20%, cui possono aggiungersi le uve di altri vitigni a bacca bianca della zona (massimo 30%); la tipologia Greco è prodotta con uve dell'omonimo vitigno (almeno 85%) con l'eventuale aggiunta di uve di altri vitigni a bacca bianca non aromatici per un massimo del 15%; le tipologie Rosso e Rosato si ottengono da uve Nerello mescalese e Nerello cappuccio, da sole o congiuntamente per il 30-50%, Gaglioppo e Magliocco, da sole o congiuntamente per il 25-35%, Greco nero e Marsigliana nera, da sole o congiuntamente per il 25-35% ed eventualmente con le uve di altri vitigni a bacca nera (massimo 20%)
Il Lamezia Bianco è prodotto con uve Greco bianco fino al 50%, Trebbiano toscano fino al 40% e Malvasia bianca per almeno il 20%, cui possono aggiungersi le uve di altri vitigni a bacca bianca della zona (massimo 30%). La coltura della vite nelle campagne circostanti Lamezia, come peraltro nel resto della Calabria, è praticata sin dal 2000 a.C., quando i Fenici introdussero la coltivazione della Vitis Sativa nelle regioni costiere. D'altra parte, le caratteristiche dei terreni e del clima nella zona di Lamezia sono particolarmente adatte alla vite, che ha finito, nei secoli, per imporsi su tutte le altre colture locali. Da sempre il vino prodotto in quest'area della Calabria è conosciuto e apprezzato anche da operatori del centro-nord, che nel passato lo acquistavano per poi esportarlo oltralpe attraverso i passi del Gottardo e del Brennero. Nell'antichità e fino a pochi anni fa, tuttavia, questo vino non veniva commercializzato con il nome Lamezia, ma con il nome del comune di provenienza delle uve. La ragione è semplicissima: Lamezia Terme è nata solo nel 1968 come unità amministrativa dei comuni di Sambiase, Nicastro e S. Eufemia. Vitigni: Cappuccio, Gaglioppo, Greco nero La zona di produzione comprende il territorio vitato di Lamezia Terme. Le uve Greco nero e Nerello mascalese sono quelle che concorrono maggiormente all'uvaggio, seguite dal Gaglioppo. Vino da tutto pasto, predilige i salumi, le minestre regionali, i piatti di mezzo saporiti a base di carni bianche e rosse.
La coltura della vite nelle campagne circostanti Lamezia, come peraltro nel resto della Calabria, è praticata sin dal 2000 a.C., quando i Fenici introdussero la coltivazione della Vitis Sativa nelle regioni costiere. D'altra parte, le caratteristiche dei terreni e del clima nella zona di Lamezia sono particolarmente adatte alla vite, che ha finito, nei secoli, per imporsi su tutte le altre colture locali. Da sempre il vino prodotto in quest'area della Calabria è conosciuto e apprezzato anche da operatori del centro-nord, che nel passato lo acquistavano per poi esportarlo oltralpe attraverso i passi del Gottardo e del Brennero. Nell'antichità e fino a pochi anni fa, tuttavia, questo vino non veniva commercializzato con il nome Lamezia, ma con il nome del comune di provenienza delle uve. La ragione è semplicissima: Lamezia Terme è nata solo nel 1968 come unità amministrativa dei comuni di Sambiase, Nicastro e S. Eufemia.

Caratteristiche del vino Lamezia Bianco Doc

Denominazione: Doc
Tipologia di vino: Secco fermo
Colore: paglierino più o meno intenso
Profumo: vinoso, gradevole, caratteristico
Sapore: asciutto, vellutato, pieno
Uve utilizzate: Greco, Malvasia Bianca, Trebbiano Toscano
Invecchiamento:
Tenore alcolico: 11°
Temperatura di servizio: 8-10°C

Proprieta' organolettiche del vino Lamezia Bianco Doc

Il Lamezia Bianco ha un colore paglierino più o meno intenso, un odore vinoso, gradevole, caratteristico, un sapore asciutto, vellutato, pieno e una gradazione minima di 11°C; il Lamezia Greco ha un colore paglierino più o meno intenso, un odore gradevole, fresco, caratteristico, un sapore asciutto, armonico e una gradazione minima di 11°C; il Lamezia Rosso ha un colore cerasuolo più o meno intenso tendente al rubino carico con l'invecchiamento, un odore gradevole, delicatamente vinoso, talvolta fruttato, un sapore asciutto, di giusto corpo, armonico, talvolta morbido e una gradazione minima di 12°C; il Lamezia Rosato ha un colore rosa più o meno intenso, un odore caratteristico, delicato, un sapore fragrante, asciutto e una gradazione minima di 11,5°C

Zona di produzione del vino Lamezia Bianco Doc

La zona di produzione del Lamezia comprende il territorio del comune di Lamezia Terme e i comuni di Curinga, Falerna, Feroleto Antico, Gizzeria, Maida, Pianopoli, San Pietro a Maida, tutti in provincia di Catanzaro e Francavilla Angitola in provincia di Vibo Valentia.

Abbinamenti di cibo al vino Lamezia Bianco Doc

Il vino Lamezia Bianco Doc e' un vino bianco che si abbina bene con Secondi di pesce ed in particolare Crostacei lessati e alla griglia.
Il Lamezia Bianco si gusta a 8-10° in calici ampi, che si restringono verso l'alto, abbinato a piatti di pesce e verdure e a formaggi poco stagionati; il Lamezia Rosso, da bere in calici per vini rossi di corpo a 16-18°, è particolarmente indicato per accompagnare agnello, polpette e braciole, preparazioni con melanzane e peperoni, oppure piatti di formaggi e salumi tipici della regione (caciocavallo silano, capocollo, salsiccia e soppressata di Calabria); il Lamezia Rosato, da versare in calici ampi e aperti a 12-14°, si sposa con il capocollo e la ricotta di Calabria e con pasta e fave; il Lamezia Greco si assapora in calici svasati, accompagnato da antipasti di verdure e pesce, trippa e caciocavallo silano poco stagionato.

Etichetta del vino Lamezia Bianco Doc

Ogni etichetta deve riportare la menzione della Denominazione di Origine Controllata accanto a tutte le altre indicazioni previste per legge, quali: Regione determinata da cui proviene il prodotto; Denominazione del prodotto costituita dall'abbinamento della varietà di vite da cui proviene il vino e dalla zona geografica in cui tale varietà è coltivata; Volume nominale del vino; Nome o ragione sociale e sede dell'imbottigliatore; Numero e codice imbottigliatore, che può apparire anche sul sistema di chiusura (tappo o capsula) Nome dello Stato; Indicazione del lotto; Indicazioni ecologiche.

Reperibilita' sul mercato del vino Lamezia Bianco Doc

Il vino Lamezia Bianco Doc si trova in commercio in ogni periodo dell'anno.

Leggi relative al vino Lamezia Bianco Doc

La Doc è stata riconosciuta con DPR del 21.12.1978 modificato dal Decreto del 02.05.1995 pubblicato sulla GU del 31.05.1995

Commenti