Vino Greco di Bianco Doc


Il Greco di Bianco è un vino da dessert
E' un vino tipico della regione Calabria, prodotto in provincia di Reggio Calabria. Il vino è prodotto per almeno il 95% con le uve del vitigno Greco Bianco. Il grappolo ha dimensioni medie, è di forma cilindrica e piuttosto corto; il chicco ha dimensioni medie e forma sferica od ovale; la buccia lievemente cerata assume una colorazione giallo oro quando raggiunge la piena maturazione
Si produce nel territorio del comune di Bianco. Interessato in parte anche Casignara. Prima di essere vinificate, le uve Greco Bianco sono fatte appassire per qualche tempo. Questo vino è uno dei più antichi d'Italia, lo producevano nel VI secolo a.c. i primi coloni greci sbarcati in Calabria. E' un grande vino da conversazione e meditazione, accompagna anche il dessert, specie biscotteria secca e dolci alla ricotta.
Il Greco di Bianco è prodotto con una varietà di uva coltivata sulle coste ioniche della Calabria sin dai tempi della Magna Grecia, quando veniva chiamata ''aminea'', ovvero ''non rossa''. Furono proprio i Greci, fin dall'VIII secolo a.C., a individuare sui litorali dell'Enotria, che significa terra del vino, le zone vocate alla vite e a dare impulso, con i loro vitigni e con le loro pratiche enoiche, a una ottima produzione. La Calabria offre, inoltre, le prime testimonianze di una imponente e organizzata esportazione del vino verso nord e ovest.

Caratteristiche del vino Greco di Bianco Doc

Denominazione: Doc
Tipologia di vino: Dolce fermo
Colore: giallo dorato ambrato
Profumo: etereo, caratteristico, uvaceo
Sapore: morbido, caldo, amabilissimo
Uve utilizzate: Greco di Bianco
Invecchiamento: 1 anno
Tenore alcolico: 17°
Temperatura di servizio: 6 - 10°C

Proprieta' organolettiche del vino Greco di Bianco Doc

Il Greco di Bianco ha un colore giallo tendente al dorato con eventuali riflessi ambrati e un odore intenso, molto persistente, ampio, floreale, leggermente aromatico, con sentori delicati di zagara e di miele di agrumi, fichi secchi e frutta candita; un sapore amabile-dolce, molto caldo, più che morbido, poco fresco, abbastanza sapido, decisamente robusto di corpo, abbastanza equilibrato Ha una gradazione minima di 17°C e un invecchiamento obbligatorio di un anno

Zona di produzione del vino Greco di Bianco Doc

La zona di produzione del Greco di Bianco comprende i comuni di Bianco e in parte quello di Casignana, in provincia di Reggio Calabria.

Abbinamenti di cibo al vino Greco di Bianco Doc

Il vino Greco di Bianco Doc e' un vino bianco che si abbina bene con Dessert ed in particolare Pasticceria a base di mandorle.
Il Greco di Bianco, per essere gustato in maniera ottimale, va consumato dopo cinque-otto anni dalla vendemmia e oltre, a una temperatura di 10-12°C, in calici di media capacità a tulipano. Si abbina a dolci in genere molto strutturati o consistenti, come quelli a pasta non lievitata con confetture di agrumi e quelli con pasta di mandorle, ma anche piatti a base di fegato d'oca e formaggi piccanti a pasta dura. È anche un vino da meditazione.

Etichetta del vino Greco di Bianco Doc

Ogni etichetta deve riportare la menzione della Denominazione di Origine Controllata accanto a tutte le altre indicazioni previste per legge, quali: Regione determinata da cui proviene il prodotto; Denominazione del prodotto costituita dall'abbinamento della varietà di vite da cui proviene il vino e dalla zona geografica in cui tale varietà è coltivata; Volume nominale del vino; Nome o ragione sociale e sede dell'imbottigliatore; Numero e codice imbottigliatore, che può apparire anche sul sistema di chiusura (tappo o capsula) Nome dello Stato; Indicazione del lotto; Indicazioni ecologiche.

Reperibilita' sul mercato del vino Greco di Bianco Doc

Il vino Greco di Bianco Doc si trova in commercio in ogni periodo dell'anno.

Leggi relative al vino Greco di Bianco Doc

La Doc è stata riconosciuta con DPR del 18.06.1980 pubblicato sulla GU del 12/12/1980

Commenti