Itinerario enoturistico in Abruzzo - Colline Pescaresi

L’itinerario parte da Collecorvino e si snoda attraverso Loreto Aprutino, Nocciano e Rosciano per giungere a Cepagatti. Questo percorso attraversa un territorio dove, più che in ogni altro luogo, la coltivazione dell’olivo e della vite è tutt’uno con il paesaggio, ne designa i contorni e scandisce i tempi della vita delle popolazioni che vi abitano.

 

COLLECORVINO

Autostrada A14. Usciti al casello Pescara Nord/Città S. Angelo, si prende la SS16 in direzione Adriatica/Silvi Marina, si attraversa Montesilvano, si imbocca la SR16BIS passando per Cappelle sul Tavo e una volta presa la SR151 si prosegue sino a Collecorvino

Le prime notizie di Collecorvino risalgono al IX secolo, quando Corbino Longobardo, come si legge nella cronaca casauriense, si stanziò su un colle ad est di Loreto Aprutino e lo fortificò, facendo sorgere un borgo che prese da lui stesso il nome di Collecorvino. Nella parte più alta si erge l'antico Castello del XIV secolo, che ha subito numerosi e notevoli trasformazioni fino al XVIII secolo e del quale resta in buone condizioni l'antica torre di osservazione. Da visitare la Chiesa di Sant'Andrea Apostolo, di cui si hanno notizie già nell'anno 866, e che fu completamente ricostruita nel XVIII secolo, il Convento di San Patrignano caratterizzato da una facciata barocca e dagli affreschi seicenteschi e la Chiesa rinascimentale di San Rocco

Cantine da visitare

Tenuta del Priore Srl - Col del Mondo ss

C.da Campotino, 35/c 65010 – Collecorvino Tel: 085 8207162 Fax: 085 8207163 Web: www.priore.it Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Risale ai primi anni 70 la costruzione della cantina ed è recentissima la sua ristrutturazione mirata ad inserire i fabbricati nella caratteristica ambientazione locale. Attualmente “La Tenuta del Priore”, attraverso la sua azienda agricola “Casa Vinicola Campotino”, dispone di 30 ettari di vigneto su ripide colline disposte ad anfiteatro sulle rive di un laghetto artificiale. Il suolo è in forte pendenza ricco in argille rosse a volte grigie miste a sasso calcareo. Il clima tipicamente mediterraneo è sotto influenza del mare Adriatico, che porta venti e brezze generalmente freschi e asciutti che favoriscono concentrazioni eccezionali del frutto.

Visite su prenotazione.

 

LORETO APRUTINO

Da Collecorvino continuando sulla strada panoramica SP14 si giunge a Loreto Aprutino, in un paesaggio bucolico disegnato prevalentemente da vigne e soprattutto ulivi: è incredibile come su 7500 abitanti siano oltre 1400 le aziende olivicole (anche a carattere familiare) registrate nel territorio di questo comune, una produzione che unisce le forze nella costituzione del primo Consorzio di tutela dell’olio di oliva, che prende lo stesso nome della Dop (denominazione di origine protetta) Aprutino-Pescarese. In città meritano una visita  sia la chiesa di S. Francesco del XIV secolo che conserva uno splendido organo barocco e una croce processionale d’argento del 1029, sia la Matrice, chiesa dedicata a S. Pietro Apostolo e risalente al XV secolo designata dai Borboni ‘regia Abbazia’, con bel loggiato, trifore romaniche e portale settecentesco come il busto argenteo di S. Zopito, patrono della cittadina, ivi conservato. Vicino è situato il palazzo centenario dei baroni Casamarte di Campotino e, poco distante, il palazzo del barone Acerbo che dal 1957 ospita la Galleria delle antiche ceramiche abruzzesi che, con i seicento pezzi esposti, fornisce la documentazione dello sviluppo dell’attività ceramistica a partire dal ‘400, oltre a conservare ceramiche e antiche stampe inglesi e francesi aventi come soggetto l’Abruzzo.

Fuori dalla centrale piazza Garibaldi, procedendo sul panoramico versante sud, dopo circa 1,5 km incontrerete la chiesa di S. Maria in Piano (se la trovate chiusa chiedete al bar di fronte), costruita dai longobardi nell’864, ricostruita nel ‘200 e nel ‘500 ed apprezzabile per il portico e il campanile quattrocentesco ornato da maioliche policrome e per conservare all’interno resti di affreschi trecenteschi tra cui il Giudizio Universale sulla parte interna della facciata e la vita di S. Tommaso con scritte in graffite nella quinta campata.

Cantine da visitare

Cantine Talamonti

C. da Palazzo 65014 – Loreto Aprutino Tel: 085 8289039 Fax: 085 8289047 Web: www.cantinetalamonti.com Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

L’azienda vitivinicola Talamonti nasce nel 2001 dalla perfetta fusione di due elementi: una viticoltura storica e di qualità ed una impostazione enologica innovativa. E’ la costante ricerca della perfezione nell’arte vinicola che fa da cornice alla realtà Talamonti, dando vita ad un marchio che oggi racchiude in sé l’esperienza del passato, in un contesto produttivo tecnologicamente all’avanguardia, con prodotti in grado di soddisfare ogni esigenza e le aspettative più elevate degli appassionati. I 25 h di vigneti di proprietà sono oggi in gran parte costituiti da varietà autoctone della regione Abruzzo come il Montepulciano ed il Trebbiano, il Pecorino e la Passerina a fianco dei quali l’azienda dedica interesse per lo sviluppo di varietà internazionali di successo Chardonnay, Cabernet Sauvignon e Merlot.

Visite in cantina su prenotazione.

Tenuta Torre Raone

C.da Scannella 65014 – Loreto Aprutino Tel: 085 8289699 Fax: 085 8289699 Web: www.torreraone.it Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Nella tenuta Torre del Poggio produttrice della linea di vino Torre Raone metodi e tradizioni antiche si incontrano con le moderne tecniche di vinificazione, per dar vita a dei vini di altissima qualità. Le vigne e gli uliveti della tenuta fanno da crocevia alle correnti d'aria che provengono da ovest, dove tramonta il sole dietro la sagoma inconfondibile del Gran Sasso d'Italia, da sud-est sui declini della Maiella e da nord-est il mare Adriatico che bagna le coste abruzzesi. L'azienda si estende su una superficie di 35 ettari, coltivata per 26 ettari a vigneto e 2 ettari a uliveto. I terreni sono particolarmente vocati ed in grado di esaltare le spiccate caratteristiche organolettiche del Montepulciano d'Abruzzo D.O.C. e dell' Olio Extravergine d'Oliva D.O.P. Aprutino-Pescarese.

Visite in cantina su prenotazione.

 

NOCCIANO

Il Comune di Nocciano è situato in zona collinare, fra le vallate del fiume Pescara e fiume Nora, in una bella posizione panoramica. Il paese sorge su una collina a 301 metri s.l.m. delimitato dal corso del torrente Nora a Nord e del torrente Cigno a Sud, e dista 28 Km da Pescara. Le fanno da contorno le vette della Maiella del Morrone e del Gran Sasso, che offrono al visitatore stupendi panorami. Dagli scavi eseguiti nei dintorni del centro abitato, sono affiorati diversi ruderi di costruzioni romane e numerosi oggetti antichi come armi, anfore e sarcofaghi ( di cui uno è esposto nell'atrio del castello medioevale). Nel 1994, sono affiorati resti di una villa di epoca romana con pavimenti a mosaico, che legano le origini di Nocciano all'esistenza nel luogo di un'antica città romana detta Follonica. Da visitare il Castello e le molte chiese: la Chiesa di S. Lorenzo Diacono e Martire, la Chiesa di Sant’Antonio da Padova, la Chiesa della Madonna delle Grazie, la Chiesa di S. Rocco, la Chiesetta di San Vittorino, la Chiesa di San Biagio e la Chiesa Madonna del Piano.

Cantine da visitare

Bosco Nestore

Contrada Casali 65010 – Nocciano Tel: 085 847345 Fax: 085 847585 Web: www.nestorebosco.com Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Il nome Bosco può dirsi a ragione sinonimo della tradizione vitivinicola abruzzese. Da generazioni infatti si tramandano l’arte della viticoltura iniziata sui colli di Pescara ed oggi perfezionata ed impiantata sulle colline pescaresi nel cuore di Nocciano. Anni di crescita, esperienza, professionalità si concretizzano nella coltivazione delle uve e nella delicata opera di trasformazione dell’uva in vino. La quiete della campagna, il clima dolce, la dislocazione delle colline e la perfetta selezione delle uve, fanno sì che il prodotto finale sia il re incontrastato sulle nostre tavole.

Visite in cantina dal lunedì al sabato, su prenotazione.

Chiusa Grande

Contrada Casali 66010 – Nocciano Tel: 085 847460 Fax: 085 8470818 Web: www.chiusagrande.com Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Nasce dalla passione e dalla professionalità del suo titolare, Franco d’Eusanio. È composta da tre poderi distanti pochi chilometri l’uno dall’altro, situati sulle colline abruzzesi. I suoi vigneti si estendono per 40 ettari in una posizione geografica, caratterizzata da forti escursioni termiche tra il giorno e la notte, nonché da un’ottima esposizione al sole; queste particolari condizioni permettono di avere un clima ideale per una viticoltura di qualità. L’azienda è condotta secondo i principi dell’agricoltura biologica per fornire prodotti di qualità che rispettino la natura e la salute dei consumatori.

Visite in cantina dal lunedì al sabato, su prenotazione

 

ROSCIANO

Da Nocciano percorrendo la SP41 e la SP47 si giunge a Rosciano, un paese le cui origini risalgono all’occupazione da parte del popolo albanese che per sfuggire ai Turchi decise di rifugiarsi in Italia. Oltre al caratteristico centro storico che conserva le tipiche fattezze del borgo medievale, a Rosicano si possono ammirare il bellissimo palazzo baronale, la chiesa dedicata a S. Eurosia e la chiesetta medievale di S. Nicola.

Cantine da visitare

Azienda Agricola Speranza Giancarlo

C.da Coccetta, 3 65020 – Rosciano Tel: +39 085 8505861 Fax: +39 085 8505861 Web: www.speranzavini.it Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Azienda Marramiero

Contrada Sant’Andrea, 1 65020 – Rosciano Tel: 085 8505766 Fax: 085 8505318 Web: www.marramiero.it Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Tra l’Adriatico ed il Gran Sasso, a 270 m sulle colline pescaresi, la famiglia Marramiero dall’inizio del secolo scorso è impegnata nella coltivazione della vite. Agli inizi degli anni ‘90 l’azienda ha dato vita al suo progetto di lavorazione delle uve, di invecchiamento del vino e di imbottigliamento. I vini Marramiero sono il frutto di una storia, nella quale si incontrano e si fondono l’amore per la terra e l’attenzione per il progresso, l’attaccamento al lavoro e lo sprigionarsi dell’arte, il rispetto dei più antichi processi di vinificazione e l’utilizzo delle più moderne tecnologie.

Visite in cantina su prenotazione

 

CEPAGATTI

Lasciandosi Rosciano alle spalle si arriva in pochi chilometri a Cepagatti, un paese in cui i resti di murature e ritrovamenti archeologici fanno ipotizzare essere stato un castrum romano. Il primitivo insediamento sarebbe stato ampliato dai Longobardi, occupando un'area precedentemente coperta da un bosco. Da visitare la Torre Alex, a struttura quadrata, che caratterizza il centro storico, databile al secolo XIII ed inglobata, nei primi del ‘900, in una costruzione a forma di antico maniero. Qui dal 15 al 17 Agosto si celebra la Festa patronale dei Santi Rocco e Lucia, con sfilata finale di carri e palio dei saraceni.

Cantine da visitare

Abruzzo Vini

Via Casanova 65012 – Cepagatti Tel: 085 9700141 - 085 9709972 Fax: 085 9709972 Web: www.abruzzovini.com Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

La sede è ubicata nella vallata del Pescara, zona collinare vocata alla viticoltura, per la struttura del terreno e sopratutto per le condizioni climatiche. Infatti le uve utilizzate nascono nel cuore dell’Abruzzo, dove il gradevole contrasto tra mare e monti è capace di generare delle condizioni climatiche particolarmente favorevoli. Le uve, accuratamente selezionate, sono prodotte in zone che variano da 300 a 600 metri s.l.m., e costituiscono il principale fattore di successo dei prodotti.

Visite in cantina tutti i giorni su prenotazione

(Itinerario suggerito dal Movimento Turismo del Vino)