Come diventare Sommelier!

 

 

Nella maggior parte dei casi, tutte le persone che hanno una particolare passione per l’intero mondo del vino decidono di intraprendere il cammino per diventare sommelier. Quest’ultimo ha dei compiti molto precisi e definiti. Innanzitutto il sommelier deve conoscere il vino e tutte le tecniche di degustazione.

 

Inoltre il sommelier deve anche acquistare il vino e conservarlo, in modo da poterlo servire. Il suo ruolo principale però è, senza ombra di dubbio, quello di consigliare il giusto abbinamento tra cibo e vino. Generalmente il sommelier è in possesso di un titolo di studio della Scuola dell’obbligo non solo.

Molto spesso si ha anche l’attestato di superamento di un corso inerente ovviamente alla degustazione. L’attestato deve essere rilasciato da un organismo riconosciuto come la FISAR, l’AIS, ecc.

 

Di solito, poi, per poter esercitare la professione nei pubblici servizi è necessario possedere un libretto di idoneità sanitaria che viene rilasciato direttamente dalle ASL. Per poter eseguire una giusta analisi sensoriale, è necessario sapere le innumerevoli tecniche di degustazione.

 Non a caso, infatti, bisogna esercitarsi continuamente, in modo da mantenere intatta la propria memoria gustativa e olfattiva. In sintesi, un valido sommelier deve conoscere bene tutte le informazioni base relative ai metodi di vinificazione, all’enologia e alla viticoltura.

 

Ovviamente, i diversi metodi di abbinamenti devono anche essere applicati in maniera efficace. Inoltre ogni sommelier che si rispetti deve conoscere le norme di galateo fondamentali: bisogna scegliere il bicchiere adatto, l’ordine dei vini a tavola, la giusta temperatura del servizio, ecc.

 

Il sommelier è una figura fondamentale e di riferimento per il cliente. Per quale motivo? Ovviamente perché il cliente, in questo modo, potrà essere consigliato nella maniera giusta: nel caso in cui la sua scelta non corrisponda alla propria, bisogna rispettare ugualmente la decisione. Il sommelier, infine, deve anche aggiornate costantemente la Carta dei vini.