Zuccherare il vino: si può?

 

 

Da sempre non ci si fa altro che chiedere se per addolcire il vino può andare bene lo zucchero oppure no. Ma andiamo per gradi. Gli italiani che amano in particolar modo il vino potranno sicuramente rimanere stupiti nel vedere grosse sacche di zucchero nelle cantine di vinificazione presenti in Francia. C’è da dire che quest’ultima, al momento, è considerata la nazione che ha i migliori e più stimati enologi.

 

I francesi utilizzano lo zucchero per la preparazione della vinificazione e della vendemmia. In ogni caso, tutti sono ancora combattuti e non sanno se, per alzare i livelli dell’alcol, sia meglio abbandonare la pratica di utilizzo delle uve concentrare oppure aggiungere lo zucchero.

 

Innanzitutto è utile ricordare che la produzione di tantissime quantità di uva per correggere i vini, ha saputo dare un fortissimo impulso all’economia delle tante zone meridionali d’Italia, soprattutto in Sicilia e in Puglia. Consentendo l’uso dello zucchero, invece, si è generata una vera e propria sovrapproduzione al Sud che, al momento, si sta cercando di risolverla con distillazioni sponsorizzate.

 

Uno dei membri del Parlamento europei, Vincenzo Aita, ha rivelato che molto probabilmente di vieterà lo zuccheraggio. In tal caso, i vantaggi economici per tutte le aree meridionali potrebbero essere ritrovati. Queste zone, infatti, sono ideali per produrre grandissime quantità di uve destinate principalmente ai mosti concentrati.  


In caso contrario, si dovrà comunque adottare un metodo efficace per rendere queste zone in sovrapproduzione molto più interessanti a livello economico. I metodi proposti già sono tanti. Tra tutti, si è parlato di migliore i diversi metodi di produzione vinila. Ma non solo. Se possibile, sarebbe utile anche estirpare le viti.

 

Insomma, a quanto pare, il dibattito in questione sembra essere molto interessante e utile. Addolcire vino con lo zucchero, si può?: un quesito che interessa tutti i produttori e i consumatori di vino d’Europa.