Che vino abbinare alle insalate?

 

 

Che vino scegliere da accompagnare alle insalate? La scelta è molto ampia e soddisfacente. Innanzitutto è utile far presente che è molto meglio prediligere i vini delicati come il Vermentino di Sardegna, noto a tutti per il suo colore giallo paglierino particolarmente tenue. Ma non solo. Questo vino si caratterizza anche per i riflessi verdolini, oltre ad essere accennati appena, assicurano un profumo davvero piacevole

Il gusto di questo vino è molto gradevole e delicato. Un sapore secco e fresco che ha anche un fondo abbastanza amarognolo. Un altro vino particolarmente adatto è il valdostano Blanc de Morgex et de La Salle. Anche questo vino ha un colore del tutto simile al giallo paglierino e ha un sottofondo di erbe di montagna.

Il suo sapore è particolarmente secco e leggermente frizzante. Oltre ad essere molto delicato, si caratterizza per essere anche un po’ acidulo. In determinate annate, poi, si possono cogliere anche profumi molto vicini alla mela e al fieno montano. Anche se spesso il suo gusto è acidulo, sembra essere molto pulito.

 

Tornando alle insalate, se è composta da prodotti ittici come molluschi e crostacei accompagnati a insalata riccia, è necessario prendere in seria considerazione la possibilità di gustare vini delicati e, se possibile, anche più corposi. Questa scelta è indicata perché serve ad affievolire di tanto il sapore del pesce.

 

A tal proposito, può essere ideale il bianco d’Alcamo, un vino siciliano caratterizzato da un profumo particolarmente intenso, fruttato e armonico. Per le insalate che al loro interno hanno ingredienti più saporiti, può essere indicato un Tocai del Collio. Si tratta di un vino bianco delizioso e caratterizzato da riflessi citrini, spesso verdi. Con le insalate che contengono anche un pizzico di carne, è consigliabile utilizzare un rosato come l’Alezio che si caratterizza per il suo colore rosa corallo.