Il vino dei dolci di Natale: Kaloro Moscato di Trani doc di Tormaresca

Durante le festività natalizie a predominare sono, senza alcun minimo dubbio, i numerosissimi e piacevolissimi momenti informali e scanzonati.

È proprio durante queste ricorrenze che ciascuno di noi coglie l’occasione  per condividere, attorno alla tavola con parenti ed amici, tante ghiottonerie, sia dolci che salate. Ma questi momenti, di conseguenza, si rivelano utili anche perché consentono di conoscere le prelibatezze di altri territori, usi, costumi, tradizioni, storia e cultura enogastronomica a noi sconosciute.

Ovviamente, la conclusione di un pranzo o di una cena natalizia degna di questo nome è quella che termina con un buon dolce artigianale, così come un classico panettone a lievitazione lenta o uno dei dolci tipici natalizi regionali, che variano da luogo in luogo: cartellate, al miele o al vincotto, ma anche tantissimi dolci a base di mandorle.

A ciascun piatto andrebbe accostato il vino giusto. A tal proposito, il Kaloro Moscato di Trani doc di Tormaresca, è un vino che può essere abbinato a tutti (o quasi) i dolci di Natale. Kaloro, più specificamente, è un vino bianco passito ricavato da uve Moscato di Trani in purezza che viene proposto in bottiglia da 0,375 ml.

Esso presenta un bouquet aromatico articolato e intenso; questo, infatti, è proprio ciò che ci si  aspetta da un moscato passito. Si tratta, appunto, di un vitigno aromatico per definizione, in quanto l’appassimento delle sue uve enfatizza ancor di più questa particolarissima caratteristica.

Caratterizzato da profumi di frutti gialli disidrati: arancia, albicocca, e fichi secchi, ma anche miele e fiori gialli appassiti, al naso si chiude con gradevoli note balsamiche. Al palato risulta ampio, delicato, dolce e vellutato, di una dolcezza che si rivela affatto stucchevole, ma al contrario, estremamente piacevole,  dotato di un grande equilibrio tra zuccheri e freschezza. In conclusione,  eccellenti sono  la sapidità e la persistenza.