Quale vino regalare a Natale?

Il mercato del vino offre tantissime proposte da regalare a Natale. Per questo risulta sempre un’impresa difficile.

 Se non si ha nessuna intenzione di sbagliare, anche se non si conosce alla perfezione il destinatario, occorre concentrare la propria attenzione alle varie tipologie di vino. Per l’occasione può andar più che bene un vino rosso pregiato come, ad esempio, l’Amarone della Valpolicella, il Barolo, il Nero d’Avola, il Brunello di Montalcino, il Chianti Classico.

 Tra i vini bianchi, invece, potrebbe andar bene la Falanghina, il Vermentino, il Sauvignon. È naturale che, così facendo, si corre il rischio di essere un po’ scontati ma, come già si è detto in precedenza, sbagliare sarà impossibile.

 Sempre restando in ambito enologico, gli spumanti restano il vino ideale da regalare a Natale. Questa tendenza è dovuta tanto alle bollicine che scoppiettano quanto per le versioni, estremamente versatili, Sec, Brut, Dolce, Abboccato. L’Italia offre una quantità infinita di nomi, quindi, i prodotti del Made in Italy sono da prediligere: si va dagli spumanti del Piemonte, tra cui il Moscato d’Asti, agli spumanti docg della Franciacorta per passare a quelli dell’Oltrepò Pavese, infine, tutte le tipologie dei vini delle altre regioni in versione spumantizzata.

 È consigliabile, inoltre, puntare alla qualità piuttosto che alla quantità. Questo vale, soprattutto, nel caso in cui il destinatario dovesse intendersene. A parità di costo è meglio portare in dono un vino buono e importante. Un altro consiglio utile potrebbe essere quello di regalare due bottiglie identiche, cosicchè una possa essere bevuta immediatamente e l’altra custodita in cantina per avvenimenti futuri. Di solito, la cifra orientativa dovrebbe oscillare tra i venti e i quaranta euro.

 Per quanto riguarda le , il mercato offre veramente una scelta amplissima. Tuttavia, un’ottima idea sarebbe quella di creare da soli un bel cesto in cui inserire bottiglie differenti  tra loro.