Come fare il vino in casa: ricetta e procedimento

Il vino è considerata una bevanda universale perché ad oggi è diffuso, anche se solo importato e non prodotto in loco, in tutto il mondo e a prezzi svariati. Non si tratta quindi di una bevanda d'elite. In molti amanti del vino questo porta alla curiosità di scoprire come fare il vino in casa.

La materia prima è ovviamente l'uva di qualità. Se è la prima volta meglio non mischiare tipi diversi di uva. Occorre poi un contenitore capiente, di emetallo o porcellana, in cui contenerla una volta pressata. E' importante che quest'ultimo non venga chiuso durante la fermentazione per permettere all'uva di emanare i suoi gas naturali.

Una volta preparato il vino va poi fatto riposare in un fiasco (possibilmente di legno).

Ecco le operazioni da seguire:

1.  Lavare l'uva e farla asciugare maniera naturale .
2.  Premere l'uva (pestandola direttamente o con l'aiuto di un premitore da cucina).
3. Versare tutta l'uva pigiata, inclusi anche pampini, rami, semi, etc in un contenitore di metallo o porcellana.
4. Lasciate riposare in un luogo fresco circa 24 - 36 ore.
5. Il liquido nel tempo tende a rimanere sul fondo del contenitore mentre le bucce e le altre impurità saliranno in superficie. Con un setaccio è possibile raccogliere gli avanzi in modo da lasciare solo il liquido.
6. Versare la preparazione così setacciata  in un fiasco o in un piccolo barile e lasciare riposare, senza coperchio, per 3 o 4 giorni
7. Passati almeno tre giorni si può chiudere il contenitore con un tappo di sughero, applicando un piccolo foro nel mezzo con un tubicino, per permettere la fuoriuscita  dei gas residui del vino.
8. Lasciare fermentare per almeno 45 giorni.

Trattandosi di una ricetta per fare il vino in casa va precisato che presenta alcuni limiti. Quello che si ottiene è un vino da tavola semplice, non certo per le grandi occasioni. Ma sarà comunque una bella soddisfazione averlo fatto da soli. Questa del resto è la ricetta del vino artigianale e antica. Oggi in rete si possono acquistare kit appositi che garantiscono un risultato più sicuro e anche pillole per tenere sotto controllo l'acidità del vino senza stapparlo in modo tale da impedire l'ossidazione. Questo è un procedimento per principianti alla prima esperienza.